ULTIM'ORA

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:475: parser error : Extra content at the end of the document in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ]]></skyit:article_text></item></channel></rss><!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//IETF//D in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 336

Gigi lo salva dalla fame e lui gli ruba il cellulare!

Cagliari Riva visita museo 5

di Mora Quartu - Ha aracciato Gigi Riva per ringraziarlo di quel denaro che ‘Rombo di tuono’ gli aveva offerto poco prima perché non mangiava da due giorni: mporaneamente però il mendicante tracomuniio gli ha slato dalla tasca il telefono cellulare.

Il fatto è avvenuto qualche giorno fa, ma la notizia si è diffusa solo ieri, a da sera, su Facebook.

Pino Serra, dirigente del Cagliari e amico storico di Riva, ha raccontato l’episodio sul network, lanciando un appello perché il cellulare venga restituito al legittimo proprieio. “Gigi è disposto a offrire al povero diavolo una mancia purché torni in possesso del cellulare che non ha un gran valore economico se non i numeri telefonici nuti in rubrica – scrive Serra – Vi chiedo cortesemente di collaborare per cercare di rintracciare questo ..miserabile. Grazie a tutti”.

“No, non mi conosceva. Probabilmente era uno straniero: gli ho dato una mancia e lui mi ha aracciato. In tasca avevo le chiavi di casa e il telefonino: il cellulare, dopo che mi ha salutato, non c’era più”. Così Gigi Riva racconta e conferma all’ANSA il brutto incontro di qualche settimana fa con uno sconosciuto che gli ha sottratto il telefonino dal giuotto. Un episodio che, raccontato su Facebook da un amico del r, ha fatto subito il giro della rete. Tanta solidarietà per Rombo di Tuono “punito” per la sua generosità quasi come accadeva sui campi di quando, per il suo coraggio, spesso ci ha rimesso le gambe con infortuni che lo hanno tenuto a lungo lontano dal pallone. Nelle su passeggiate cagliaritane Riva incontra sempre tanta gente. E lui non si sottrae mai: una stretta di mano, un sele, un araccio. Continuerà a essere disponibile come sempre. “Certo – commenta – bisognerà se un po’ più in guardia. La seccatura ora non avere più a disposizione tutti quei numeri: ne avevo memorizzati tantissimi”.