ULTIM'ORA

Gennaio? Chi sa comprare ci guadagna!

Giaccherini.Sandro.Benali.2018.combo.750x450

di Paolo Paoletti – Ma perché dovrebbe essere abolita la nestra invernale di mercato?
Per chi lo sa fare è un toccasana. Chi lo uso per illudere o tifosi, vedi De Laurentis è la più grande sciagura!

GIACCHERINHO. Vero che nella scorsa sessione c’è stata la spesa più bassa dal 2010: 51 milioni di euro (per lo stesso motivo il saldo netto è il migliore degli ultimi anni), ma molte squadre hanno dimostrato di aver tratto grandi beneci dai colpi invernali.
Emanuele Giaccherini ha regalato il vantaggio al con una magistrale punizione da fuori area.
A Napoli non giocava, solo 4 gli spezzoni in 22 partite.
Al è già stato utilizzato in 3 gare su 3 da Rolando Maran e ieri ha fatto uscire la squadra di Verona dalla lunga crisi di risultati.
Un colpo azzeccato del direttore ivo Giancarlo Romairone, che ha a lungo inseguito Giaccherinho.

BENEVENTUM. Anche il Benevento oggi ha ribaltato la partita col Crotone grazie ai di due nuovi arrivati: la prima e la terza rete sono state messe a segno dal brasiliano Sandro e da Check Diabaté, arrivato dall’Osmanlispor e oggi all’esordio. Il primo è arrivato in prestito dall’Antalyaspor, con obbligo di riscatto ssato a 2,5 milioni in casa di salvezza. Con un passato al Tottenham, Sandro ha dato solidità ed esperienza alla squadra di Roberto De Zerbi. Esperienza arrivata anche da Bacary Sagna, subentrato nelle ultime due partite con Roma e Crotone oggi. Altra esperienza è arrivata in porta, grazie all’ex Puggioni. In totale sono stati addirittura 7 i colpi in entrata e in uscita in casa Benevento. Agli errori sul mercato estivo, la società ha provato a rimediare quest’inverno e i risultati si vedono sul campo. Il 3-2 di oggi premia il lavoro del Benevento e di Roberto De Zerbi, che ora è a 11 punti di distanza dall’impresa chiamata salvezza. Dif, ma il mercato invernale ha dato sicuramente una spinta in più ai campani.

CROTONE. Nel Crotone di Walter Zenga oggi scontto dal Benevento c’è un giocatore su tutti che ha permesso alla squadra di fare il salto di qualità a centrocampo: si tratta del classe 1992 Ahmad Benali, convincente già col Pescara in Serie A e voluto fortemente dalla società calabrese per rinforzare il centrocampo. Cinque le partite disputate col Crotone, con un e un assist. Prestazioni di qualità per il libico, in campo all’esordio per 77’ e poi per 90’ nelle successive quattro partite. Merita una menzione anche Marco Capuano, chiuso dalla folta concorrenza al Cagliari e protagonista in positivo nelle prime uscite col Crotone.

BIG. Il mercato invernale ha visto le big pressochè ferme (Milan e Juventus immobili), l’ ha preso in prestito Lisandro Lopez e Ranha, la Roma Silva dallo ing , il Napoli il solo Machach (arrivato da svincolato), la Lazio ha chiuso per Martin Caceres dal Verona. Ma le più “piccole” e anche le squadre di metà classica si sono mosse: il Sassuolo ha investito addirittura 9 milioni (più eventuali 3 di bonus) per Khouma Babacar, arrivato dalla in cambio di Diego Falcinelli. Dalla Spagna, dal Las Palmas precisamente, il Sassuolo ha chiuso anche il colpo Mauricio Lemos, classe 1995 arrivato in prestito con diritto di riscatto ssato a 6 milioni di euro. Da citare anche i colpi Blerim Dzemaili e Riccardo Orsolini, due giocatori che hanno rinforzato la rosa di Roberto Donadoni. Il primo soprattutto ha già realizzato un nelle quattro partite disputate al ritorno in rossoblù. Importanti anche gli arrivi di Oscar Hiljemark e Daniel Bessa a Genoa, così come quello di Leandro Castan a Cagliari.

SCORPACCIATA. Le big programmano già in estate con largo anticipo il mercato e a gennaio negli ultimi anni non hanno avuto bisogno di rinforzare la propria rosa, ma le altre squadre sì. L’esempio lampante è sicuramente quello del Benevento, che oggi ha riaperto la corsa salvezza grazie a due nuovi acquisti: ben sei i giocatori nuovi utilizzati da De Zerbi contro il Crotone, ossia Puggioni, Tosca, Sandro, Djiricic, Sagna e Diabaté. È ancora da capire se sarà abbastanza per raggiungere la salvezza, ma sicuramente i colpi invernali alle squadre medio-piccole della classica sono serviti. Eccome. Il mercato di gennaio è ancora utile, chiedere a Benevento e Verona per avere conferme.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply