ULTIM'ORA

Gasp: sapevo di vincere, ora lo Skakhtar!

Soccer: Serie A, Atalanta BC vs Hellas Verona

di Nina Madonna - L’ riparte e batte 3-2 il Verona, agganciando il Cagliari al 5° posto.
Sono i veneti a passare per primi, con un statissimo di Di Carmine al 23′. Sul finire del primo tempo Malinovi pareggia con un sinistro sotto l’incrocio (44′).
Ancora Di Carmine porta avanti gli scaligeri (57′). Di Muriel su rigore (64′) il pari, prima della zampata di Djimsiti al 93′.

Gian Piero Gasperini, spiega la a : “Aiamo giocato molto bene in casa. Però la sconfitta con la pesava. In casa aiamo un ruolino di marcia inferiore ma a volte è una questione di calendario”.

PARTITA STREGATA – “L’approccio è stato molto buono. Il Verona ti pressa con caratteristiche simile alle nostre. Dopo se ci metti anche qualche errore come in occasione del primo ti complichi la partita. La squadra però ha avuto la fiducia per riballa nonostante aiamo perso Ilicic. Bisogna fare i complimenti ai ragazzi perché per come si è messa la partita poteva essere diffi da raddrizzare”.

ILICIC. “Non è uno stiramento però è un problema sul flessore. Bisogna vedere se è qualcosa di recuperabile o se c’è una lesione. Sembra di no ma è diffi dirlo così a caldo. Bisogna arrivare allo Shakh nel miglior modo. E’ come una finale”.

. “Ha un grandissimo valore per la dinamica della gara. C’erano dei potenziali spazi ma alla fine facevamo fatica a sviluppare al meglio e alla fine nel primo tempo ci hanno creato difficoltà di gioco. Sappiamo che con l’andare della partita, aiamo avuto una buona iniziativa e quando giochiamo negli ultimi trenta metri troviamo delle buone soluzioni”.

IL 3-2. “E’ chiaro che diventa fondamentale la partecipazione dei difensori. E’ una soluzione che sorprende un po’ l’avversario che si fossilizza su alcuni giocatori e ne libera altri”.

MENTALITA’. “Questa è una crescita che è avvenuta nel tempo. E’ iniziata quattro anni fa nonostante quella squadra sia cambiata molto. Solamente quest’anno la squadra è al 90% quella dell’anno precedente. Le partite di Europa League, poi la , di avere una crescita. In incontriamo squadre che sono al vertice e ha favorito la nostra crescita. Quello che non basta mai è l’aspetto tecnico”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply