ULTIM'ORA

Gasp fa paura alla Juve: 2-2 di CR7!

ronaldo.juve.2018.19.ingresso.750x450

di Antonella Lamole - Vincere a Bergamo è impresa complicata, e la ntus rischia addirittura di perdere!
Perchè la sindrome da capitone tocca anche la , libera da debolezze umane.
Forse le libagioni natalizie condizionano che mette Ronaldo in panchina, ma l’Atalanta smaschera le vulnerabilità (ci sono) di una squadra che nora le aveva vinte tutte meno una, contro il Genoa di Juric.

Inizio fa con l’autogol di Djimsiti, poi la doppietta di Zapata e bianconeri in dieci per il doppio giallo a Bentancur.

nisce il riposo ‘forzato’ di Ronaldo e il ghese entra per fare il 2-2.
Annullato un gol di Bonucci per fuorigioco al 90’, la esce imbattuta dal pomeriggio più complicato della stagione ed un con un Diavolo per capello!

VOTI DECISIVI
ZAPATA 8. Non si ferma davanti a niente e davanti a nessuno. È l’amico che tutti vorrebbero avere da ragazzini perché ride quando c’è da ridere e mena sganassoni quando scatta la rissa. Continua a segnare gol come se non ci fosse un domani, ancora una prestazione maiuscola sul piano della lotta, della qualità, della determinazione sotto la porta avversaria.
DJIMSITI 5. Il suo capo di imputazione non è tanto il gesto tecnico dell’autogol che porta subito in vantaggio la , quanto l’approccio poco attento alla partita, che lo porta a far soffrire – non poco – la squadra prima di prendere le misure a un avversario che in assoluto concede davvero poco a qualunque avversario.
CASTAGNE 7. A sinistra non gradisce giocarci, ma su quella linea, stavolta fa per due: al ite della sua area a recuperare il pallone, subito dalla parte opposta a rinire il lav già fatto.

RONALDO 7. Si stufa di vedere la partita in panchina, si alza e va segnare il pareggio. Una manciata di minuti, un gol, una scossa alla squadra che con un uomo in meno rischia di affondare.
DOUGLAS COSTA 6. Ha poco minutaggio e parecchio da farsi perdonare. Ma anche molti corteggiatori in . Quando prende palla fa spettacolo, anche se diventa troppo veloce persino per sé stesso. Quando si sta spegnendo lo toglie in inferiorità numerica.
MANDZUKIC 6,5. Va a sessanta metri dalla porta avversaria a imporre la sua stazza, piantato per terra come una quercia e inossidabile agli avversari. Prestazione più difensiva che offensiva, soprattutto in 10.
BENTANCUR 5. Passa per essere di rischiano l’esclusione perenne dagli hilites. Ci entra con un tiro che Berisha devia sulla traversa proprio all’inizio, e per la doppia ammonizione che lo condanna al rosso ad inizio ripresa.

TABELLINO. ATALANTA-NTUS 2-2
Atalanta (3-4-2-1): Berisha 6; Djimsiti 5, Masiello 6.5 (41′ st Barrow sv), Mancini 6.5; Hateboer 6.5, Freuler 6.5, Pasalic 5 (22′ st Gosens 6), Castagne 7; Ilicic 5.5 (32′ st Pessina sv), Gomez 6.5; Zapata 8. A disp.: Gollini, , Reca, Bettella, Valzania, Tumminello, E. Rigoni. All.: Gasperini 7.5
ntus (4-3-3): Szczesny 6.5; De Sciglio 6, Bonucci 5, Chiellini 6, Alex Sandro 6; Khedira 5 (20′ st Ronaldo 7), Bentancur 5.5, Emre Can 6; Dybala 6, Mandzukic 6.5, D. Costa 6.5 (12′ st Pjanic 6.5). A disp.: Perin, Pinsoglio, Rugani, Benatia, Spinazzola, Castanos. All.: 6
: Banti
Marcatori: 2′ aut. Djimsiti, 33′ st Ronaldo (J), 24′ e 11′ st Zapata (A)
Ammoniti: Zapata, Mancini, Hateboer, Freuler (A); Chiellini, Mandzukic (J)
Espulsi: 8′ st Bentancur (J), per doppia ammonizione