ULTIM'ORA

Gasp entusiasta, ma la Champions è troppo…

640x360_C_2_video_694425_videoThumbnail

di Nino Campa - E’ ovviamente entusiasta Gian Piero perini, reduce dal successo della sua a . Il tecnico dei bergamaschi non si nasconde: “In questo abbiamo passato giornate molte belle e forse questa è la più bella. Vincere su questi campi ti autorizza a pensare di arrivare no in fondo e poter lottare per l’Europa. Non facciamo proclami, lo dicono i risultati: se dopo 25 giornate sei quarto in classica sei autorizzato a crederci”.
E ancora: “Sapevamo che contro il la nostra principale caratteristica del pressing alto sarebbe potuta servire. Abbiamo fatto benissimo anche difensivamente, senza dimenticare di attaccare: è stata un giornata molto bella. La nostra fase difensiva è frutto di quello che fanno gli attaccanti e i centrocampisti, se difendiamo con questa concentrazione abbiamo dimostrato di poter reggere l’urto dei migliori attaccanti”.

Tanto basta per avvire il e autorizzare, magari, anche il sogno : “Ma no – dice perini – la la lasciamo alla , e che sono le squadre più accreditate”.

Inne l’espulsione di Kessie con un piccolo riferimento, sorridente, al mercato: “Non penso ci fosse il primo giallo, mi sembra abbastanza evidente. Mi dispiace perché quel rosso ci ha messo in difcoltà ma devo dire che segnare in dieci al ha reso ancora più prestigiosa questa . E’ pronto per una big? Sta facendo un grandissimo e anche stasera ha fatto benissimo. Ma stasera mi viene difcile trovare un migliore in campo tra i ragazzi. Dobbiamo andare avanti così”.