ULTIM'ORA

Gasp 5°, Berardi tris, Toro spera, no Toni, Vasquez!

180947846-76bd8a35-849e-4518-b8e6-ff0b33564dc9

di Paolo Jr Paoletti - Genoa in , licenza Uefa permettendo e ko ma salva! Così a Bergamo dove la squadra di Gasperini ha fatto colpo con un secondo tempo strepitoso. All’intervallo 1-1 con di Pinilla e Pavoletti. La ripresa scatenano Bertolacci e Iago Falque che tra il 13′ e il 16′ decidono l’allungo decisivo dei rossoblù. Il denitivo 4-1, splendido, ancora dello spagnolo.

Succede di nel lunch match della 36.a giornata. Berardi show e il Sassuolo batte 3-2 il Milan al Mapei Stadium ma sono tanti gli episodi che fanno discutere. Al 13′ papera di Diego Lopez su conclusione di Berardi: è , ma la palla non sembra aver oltrepassato la linea. Al 31′ raddoppio dell’attaccante neroverde in dubbia posizione. Accorcia Bonaventura, pari di Alex. Espulso Bonaventura poi Berardi al 33′ rma il tris. Rosso anche a Suso.

Il mantiene accesa la ammella europea grazie al bel successo sul Chievo. All’Opico i granata si impongono per 2-0 e tengono nel mirino il sesto posto. Un successo non fa, ottenuto nella ripresa grazie a un grande Maxi Lopez. L’attaccante argentino va a segno di testa al 6′ e raddoppia al 24′ con un bel contropiede. I veronesi, dal canto l, fanno troppo poco per impensierire Padelli e calano alla distanza.

Vittoria in rimonta per il Verona, che nella 36.ma giornata di campionato supera l’Empoli e sale a quota 44 punti in classica. Al Bentegodi nisce 2-1 per la squadra di Mandorlini, che dopo sei minuti subisce la rete di Saponara ma al 24′ trova il pari grazie a un colpo di testa di Moras. Toni sora due volte il nel primo tempo, poi nella ripresa arriva il decisivo 2-1 di Sala, che sfrutta un errore di Bassi.

Il Cagliari è retrocesso in Serie B e lasciano la massima serie dopo undici anni. Decisiva la scontta interna 0-1 contro il Palermo di Iachini bravo a capitalizzare al massimo la rete di Vazquez al 9′. Gli uomini di Festa ci hanno provato per tutta la partita con orgoglio ma scontrandosi contro Sorrentino e l’imprecisione sottoporta dei suoi attaccanti. Farias, Cop e Mpoku sprecano l’impossibile e costringono i rossoblù a salue la .