ULTIM'ORA

Gasp accusa: 2 rigori regalati, ridicolo!

Gian-Piero-Gasperini-Foto-Antonio-Fraioli

di Romana Collina - Dopo il clamso 3-3 in rimonta con la Lazio, perini riuta i rigori contro che nella ripresa hanno azzerato il vantaggio dell’Atalanta.
“La squadra ha fatto una prestazione grandissima. Poi la Lazio è stata rilanciata e gli episodi fan vedere il match in maniera diversa. Sul primo rigore Immobile si tuffa. E’ una roba ridicola. C’è un passo e poi un tuffo. Non si capisce più nulla con i rigori quest’anno. E anche il secondo penalty non c’era”.

L’accusa di p contro l’arbitro è pesante. E il tecnico da dritto a chiarire il concetto, ricordando anche quanto è successo nella nale di Coppa a maggio…
“Ho visto una grande Atalanta. La squadra ha fatto una grande prestazione e l’avrebbe fatta anche nel secondo tempo se ci fosse stato concesso. Il primo rigore ha rilanciato la Lazio. Dopo un lieve contatto, Immobile ha fatto un passo e poi è caduto. Per chi ha giocato a calcio è una situazione abbastanza evidente. Gli episodi contano e questo è un episodio grave. Se il contatto ci fosse stato, Ciro sarebbe dovuto cadere subito, invece fa un altro passo e poi cade. Ma che roba è? E’ una roba ridicola. C’è un passo e poi c’è un tuffo. Si è sentito sorare e si è lasciato andare”.

“Purtroppo è una cosa che si vede su tutti i campi. Ora sui rigori basta un piccolo contatto. Anche il secondo non è rigore – spiega p – Immobile mette un piede davanti a De Roon e gli impedisce di venire. E’ un peccato che ci sia sempre qualcosa di molto importante da sopportare – accusato la Dea – Come in Coppa . In una nale non si è mai visto nulla del genere”.

I . Lazio e Atalanta chiudono 3-3.
Primo tempo spettacolare dei ragazzi di perini, che izzano 3 in 14 minuti con Muriel (doppietta al 23′ e al 28′) e Gomez (37′).
I biancocelesti riaprono la gara nel giro di 1′ nella ripresa (rigore di Immobile al 69′ e Correa al 70′) e completano la rimonta al 92′ con un altro penalty di Immobile.

DECISIVI
Immobile 7,5. Apatico e abulico per 70′, poi si scatena negli 20′ procurandosi e izzando due rigori e fornendo l’assist a Correa.
Strakosha 6. Due belle parate su Pasalic e Malinovi, ma anche una buona dose di colpa sul secondo di Muriel. Si riscatta nel nale con la parata su Gomez, preludio al 3-3.
Parolo 4. Chiamato a sostituire lo squalicato Leiva, pomeriggio da dimenticare per il centrocampista, che non riesce mai a dare ordine e subisce il pressing forsennato della Dea. Inzaghi lo lascia negli spogliatoi.

Muriel 7,5. perini lo lancia dal 1′ al posto dell’infortunato Zapata e il colombiano ripaga la ducia con una bella doppietta: sono già 5 i in con sole due gare da titolare
Gomez 7,5. Per un’ora abbondante è uno spettacolo per gli occhi. Il è la ciliegina sulla torta, prima e dopo tante belle iniziative. Una spina nel anco costante.
Palomino 4,5. Primo tempo buono come il resto dei compagni, nella ripresa ha sulla coscienza il rigore ingenuo che ridà slancio ai capitolini e si fa anticipare da Immobile in occasione del 2-3.

TABELLINO. LAZIO-ATALANTA 3-3
Lazio (3-5-2): Strakosha 6; Luiz Felipe 5,5, Acerbi 5, Radu 5,5 (34′ st Caicedo sv); Marusic 4,5 (1′ st Patric 6), Milinkovic-Savic 5,5, Parolo 4 (1′ st Cataldi 6), Luis Alberto 6, Lulic 5; Correa 6,5, Immobile 7.5. A disp.: Guerrieri, Alia, Bastos, Vavro, Jony, Lukaku, André Anderson, Adekanye. All.: Inzaghi 6
Atalanta (3-4-1-2): lini 6,5; Toloi 6, Palomino 4,5, Masiello 6,5 (29′ st Kjaer 6); Hateboer 6,5, Pasalic 6,5 (15′ st de Roon 5), Freuler 6, Gosens 6,5; Gomez 7,5; Malinovi 7, Muriel 7,5 (21′ st Ilicic 5,5). A disp.: Sportiello, Rossi, Djimsiti, Arana, Ibanez, Castagne, Barrow. All.: perini 6,5
Arbitro: Rocchi
Marcatori: 23′ e 28′ Muriel (A), 37′ Gomez (A), 24′ st rig. e 47′ st rig. Immobile (L), 25′ st Correa (L)
Ammoniti: Marusic (L), Parolo (L), Lulic (L), lini (A), Toloi (A), Milinkovic-Savic (L), Immobile (L)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply