ULTIM'ORA

Garcia resta con la condizione: Roma da Champions!

C_29_articolo_1032829_upiImgPrincipaleOriz

di Matteo Talenti - “Voglio rimanere alla ma voglio una squadra competitiva, capace di affrontare la e contemporaneamente lottare per lo ”. Così Rudi , tecnico giallorosso, in un’intervista concessa al direttore di Claudio Brachino in occasione dell’uscita dell’autobiografia ‘Tutte le strade portano a . Il è la mia vita’. “La mia volontà è chiara – ha continuato il francese – quello che penso l’ho già detto alla società. Non mi interessano le voci su Paris Saint Germain o altre squadre. Non pongo condizioni particolari, dico però che l’anno pmo giocheremo la e dovremo essere pronti. Affronteremo un campionato che sarà ancor più difficile di quello di quest’anno: forse faremo meno punti ma magari vinceremo lo ma soprattutto, ribadisco, dobbiamo essere in grado di affrontare al meglio la . Non la giocheremo per vincerla perché ora come ora non è possibile, non siamo programmati per questo, ma voglio almeno giocarmi da protagonista il girone e arrivare alla seconda fase”.

Perché questo succeda servirà un all’altezza: “Di – ha aggiunto – dobbiamo ancora parlare: questa è una settimana particolare, una settimana corta che ci porta in campo già venerdì contro il . Per questo siamo concentrati solo sul campionato. Però chiaramente è un vantaggio esserci qualificati in con tanto anticipo perché ci permette di lavorare di più e meglio”.

Già, il campionato. E l’ostacolo per continuare a credere nella rimonta sulla Juve. “Io credo ancora nello . Certo che ci credo. Tutto è ancora possibile e aperto. E’ chiaro che noi dobbiamo però vincerle tutte, incominciando da venerdì: se vinciamo poi possiamo aspettare lunedì per vedere cosa fa la Juve col Sassuolo, sperando che il Sassuolo faccia quello che deve fare perché gioca per la salvezza. Nelle ultime giornate – ha concluso – abbiamo visto giocare contro la Juve squadre che lottavano per la salvezza e che poi sul campo non hanno fatto niente ma il Sassuolo è una buona squadra, è in un momento positivo, per cui… Certo, è vero che se la Juve vince con il Sassuolo il discorso sarà quasi chiuso ma se non vince allora sarà tutto ancora aperto”.