ULTIM'ORA

Allegri, è Scudetto. Garcia per il 2° fa fuori Totti-DeRossi.

>>>ANSA/ CALCIO: LA ROMA GIOCA SOLO IN 10, JUVE PARI MA MATCH-BALL FALLITO

di Romana Collina - Garcia “? Va difeso 2/o posto”…Roma-Juventus 1-1, ha chiuso il discorso che i più speranzosi avevano to alla sfida dell’Olimpico. Tevez al 19′ della ripresa e Keita’ al 33′, hanno movimentato la notte della speranza delusa con i giallo in dieci per l’espulsione di Tsidis. La Juve resta a +9 sulla Roma che si batterà per la secondo piazza.

Garcia: “Reazione eccezionale. In dieci e sotto di un , un finale così mostra che la squadra è viva, ha personalità e carattere. Lo ? Mancano 13 partite, pensiamo a difendere il 2° posto. Oggi lo abbiamo fatto guadagnando un punto sul Napoli, guardando al primo difenderemo la classifica. La partita è stata molto tattica e i sono usciti da calci piazzati, bene i nostri cambi. Manca fiducia? Non avremmo pareggiato”.

finge di essere arto… “Contento fino al 70′, nella ripresa eravamo cresciuti molto, siamo andati in vantaggio e poi abbiamo smesso di giocare. Questo pareggio ci fa arti, il campionato è ancora lungo dobbiamo e vincere soprat in trasferta. Dispiace uscire con un pareggio, ma rischiavamo anche di perdere. Siamo ancora molto lontani dall’obiettivo”

Keita smentisce Garcia: “A noi è mancata la fiducia, la differenza l’ha fatta la tranquillità che ha sempre avuto la Juventus”. Deluso confessa i limiti della Roma “E’ stata decisiva la fiducia della Juventus, noi avevamo bisogno dei tre punti e basta”.

Nonostante l’inferiorità numerica e lo svantaggio, Garcia ha tolto Totti per inserire Iturbe, poi fuori anche lo spento De e dentro Naingan. I giallo, al 28′ hanno sfiorato il pari con il colpo di testa di Manolas e reclamato per un fallo in area di Caceres su Keita, hanno cominciato a giocare solo dal 33′st, quando Keita, di testa, ha pareggiato tuffandosi su una punizione dalla destra dell’altro subentrato Flo.

Ma un quarto d’ora di gioco, o almeno di voglia di far male a un avversario a cui bastava tenere sotto controllo la situazione, si è rivelato troppo poco per i sogni di una seria cui ora rimane solo l’Europa League.
Poi, mentre la Juve si cucirà sulla maglia il quarto tricolore consecutivo, la Roma riprenderà a fantasticare sul quarto in assoluto della sua .