ULTIM'ORA

Garcia, no rinnovo: solo la Champions diretta è l’obiettivo!

C_29_articolo_1030830_upiImgPrincipaleOriz

di Matteo Talenti - Domani non è adesso. E Rudi rimanda il del contratto. Perchè?
“Non è il momento di parlare di programmi futuri. Non abbiamo ancora fatto nulla, entrare direttamene in League è il nostro obiettivo. Sono sotto contratto e anche del mio caso si parlerà a fine stagione. Sto bene qui, l’ho detto e lo confermo”.

Alla vigilia del Sassuolo, domande e risposte…
Come stanno Maicon e Pjanic?
“Il ginocchio di Pjanic va benissimo, aveva un po’ di influenza Maicon e non era giusto allenarlo. Vengono con noi domani”.

Non è il momento di dare più spazio a Ljajic?
“Tutti sono importanti, poi c’è un attacco che ho deciso di far giocare e che funziona bene. C’è un tridente che funziona e gli altri devono aiutare la squadra quando entrano, come Flo contro il . Da inizio stagione siamo tutti uniti. Non conta chi inizia la partita, abbiamo bisogno di tutti”.

Pensa al futuro? Alla ? Come pensa di organizzarlo?
“Non è il giorno di parlare di questo. domani c’è una gara importante e dobbiamo essere tutti concentrati solo su questa stagione perché non abbiamo raggiunto nulla per ora. L’obiettivo è andare direttamente in , poi avremo tutto il tempo di parlare con il presidente con Sabatini per capire cosa fare, come migliorare la rosa”.

Il del contratto che non arriva sta creando problemi a Pjanic?
“No, è concentrato sulla partita col Sassuolo. Per me non ci saranno problemi, è il suo procuratore che deve parlare con la società. Io non sono preoccupato. Non c’è nessuno in scadenza e questo vuol dire che c’è un contratto fatto per tutti, non abbiamo fretta di risolvere i casi individuali”.

Pallotta ha detto che le ha proposto il , lei ha rifiutato: perché?
“Questa è la vostra interpretazione. Io sono sotto contratto, anche il mio caso individuale non è una cosa da risolvere in fretta. Io sto bene qui, l’ho sempre detto. Vedremo a fine stagione, quel che conta è qualificarsi sulla e poi lavorare sulla pma stagione”.

Grazie all’ora legale giocate alle 11.30: c’è qualche giocatore più adatto?
“Dobbiamo adattarci, è normale. Visti i soldi che mettono le , ci sono delle partite che si giocano a mezzogiorno per essere visti in altri paesi. Cambia un po’ la preparazione della partita e per questo ci siamo allenati alle 11.30 giovedì e anche oggi. Dovremo essere attenti, avremo un’ora di meno per dormire e la partita arriva quasi subito dopo la sveglia. Ma ci siamo organizzati, come con Fiorentina e Verona”.

Totti è pronto per giocare da titolare tutti i 90 minuti?
“Bisogna valutare prima della partita, durante e dopo. Francesco non ha giocato sempre 90 minuti, se vogliamo che stia bene mercoledì serve che non giochi 90 minuti domani”.

Avere una partita in più da recuperare è un vantaggio o uno svantaggio?
“Sarà un vantaggio, ma ne parleremo più in là. Giocheremo solo noi ed il Parma, ma di questo parleremo la pma settimana”.

Parla poco di cose lontane dal campo: ha paura di cali di tensione?
“Lo faccio perché voi non parlate di campo, di tattica, di punto difensivo e di quello che interessa a me. Io non sono il presidente. Il mio ruolo è mantenere la tensione alta. Non ho paura di nulla, il mio ruolo è far si che tutti siano concentrati fino alla fine”.

Destro è da Nazionale?
“Quando un club è secondo in campionato i giocatori possono essere più in vista rispetto a un club messo peggio in classifica. Penso che sia un vantaggio per tutti i nostri italiani, per avere una chance di più verso il Mondiale. Ognuno fa il suo lavoro, deve decidere solo Prandelli. E’ normale che se lo meritano, io dico cose belle”.

Cosa si aspetta da -Juve?
“Mi auguro di vincere a Sassuolo. Non sarà facile, vi ricordo che la prima partita con un risultato contrario alla nostra speranza, è stata proprio contro di loro. Prima di questa gara facevamo 10 vittorie ed un pareggio, tutti dicevano che era già vinta. Domani dobbiamo essere più che al 100%. Loro hanno giocatori pericolosi. Prima dobbiamo vincere, poi ogni risultato sarà positivo per noi. O prendiamo punti a tutti o a uno di loro”.

Col De ha giocato un po’ più avanti: cerca equilibrio?
“Abbiamo deciso di pressare alto e lo abbiamo fatto. Poi abbiamo deciso di attendere un po’, fino al di . Dopo abbiamo ricominciato. Daniele sa fare bene tutto”.

E’ previsto del turnover per ?
“Tutto è possibile. Bisogna prima valutare le cose, per il momento tutto va bene sul piano fisico per lui. Lui è importante per la squadra, ma è sullo stesso piano degli altri. Il suo profilo è un po’ unico, solo per questo rimane in campo più degli altri, se abbiamo bisogno di trovare spazi lui può farlo e può anche distendersi in contropiede”.