ULTIM'ORA

Gabbiadini, solo un vice: DeLa ne è responsabile!

C_29_fotogallery_1015939__ImageGallery__imageGalleryItem_41_image

di Paolo Paoletti - conferma: l’infortunio di Milik è stata una perdita forte, troppo forte. Forse tutto.
Solo gli illusi potevano immaginare che Gaiadini potesse risolvere tutti i problemi. Non può.
Manolo è in forte involuzione che ne mette in pericolo la carriera; avree avuto biisogno di cambire squadra e ambiente, De Laurentis si assuma la responsabilità di s distruggendo un ragazzo di belle speranze ed un patrimonio importante del .

NESSUN DORMA. Il ruolo di Gaiadini non è cambiato: da vice a vice Milik. Sempre vice.
Eppure il bomber polacco sembrava aver bisogno di tempo per adatsi, invece è entrato subito in sintonia con Maurizio Sarri e Manolito torna in panchina, destino che non apprezza. Il rap con Sarri non decolla, evidente nelle scelte che lo escludono.

SERVONO PALLE. Gaiadini avree avuto la possibilità di cambiare la propria napoletana. L’infortunio di Milik gli haspalancato le porte dell’. Il non vuole sentir parlare di svincolati, apparentemente gli da fiducia, ma in quella che potree essere una delle gare più importanti dell’anno, Manolo stecca clamsamente.
Per 56’ contro la Roma è un fantasma: non aggredisce mai l’area di rigore, non partecipa alla manovra, quasi arrogante.

NON E’ PANECUOCOLO. Sarri lo tiene dentro finché può, poi lo cambia proprio come col Bologna, quando al suo posto entrò Milik e cambiò la partita. Come oggi, Gaiadini prese la via degli spogliatoi senza salue il compagno.
E’ certo che le pressioni della piazza siano eccessive per lui, quasi logico: se il vuole ambire in a gennaio servirà una vera prima punta di qualità.