ULTIM'ORA

Fuggi-fuggi Milan: via Galliani, Kaka, Balo!

adriano_galliani_5

di Nina Madonna – Il Milan sbaracca: Galliani in Cina, in America, chissà dove…
L’Ad per la parte sportiva Adriano Galliani, è stato contattato da Lippi per andare in Cina a portare la sua esperiernza di dirigente. Non è escluso che accetti, lasciando a Berlusconi campo libero.
Gallini è il principale responsabile del tracollo rossonero, bersagliato dai tifosi e assediato in società dalla figlia di Berlusconi, con la quale nonostante una tregua i rapporti sono pessimi.

L’ex ct della Nazionale Marcello Lippi vorrebbe Galliani al Guangzhou Evergrande. Panorama ha lanciato questa possibilità. Galliani al Milan vive una tensione insopportabile che potrebbe convincerlo a mollare.

Lippi e Galliani si sono sentiti ripetutamente al telefono: Marcello ha espresso solidarietà al dirigente per poi prospettargli la possibilità di raggiungerlo.
Berlusconi però non vuole privarsi di Galliani: perchè non vuol pagare la buonuscita da 40 milioni e per paura di ritorsioni sul Milan.
A Galliani, infatti, è stato offerto anche un incarico di vertice in Fininvest.

Gli addi non finiscono qui.
Con lavaligia in mano ci sono e . Fuori dalla’Europa, la riduzione stipendi e l’impossibilità di una squadra competitiva ha convinto Riccardo ad accettare gli Usa e Mino Raiola a portare Balo da qualche altra parte.

SuperMario per adesso ha segnato 16 nella sua più brutta stagione fino a restare in panchina contro la Lazio. Ha un contratto fino a giugno 2017 a 4 milioni all’anno più bonus che restringe di molto le destinazioni ma i 30 milioni di euro in meno senza le coppe europee saranno amzzati solo con cessioni eccellenti.
Mino Raiola e non immaginano nemmeno di subire il taglio del 20% dello stipendio e la presenza a dell’agente Fifa Jorge Mendes ha rilanciato ipotesi sul futuro.

è accostato al del suo ex allenatore il cui manager è Mendes; e al Monacò del russo Rybolovlev, dove già giocano i vari Falcao, James Rodriguez, Ricardo Carvalho e Joao Moutinho, tutti rappresentati da Mendes.

IL Milan accetta offerte a 25 milioni, ne ha pagati 20 a gennaio 2012 per portare a Milano l’attaccante del .
L’addio di Balo però non è solo questione di soldi: spingono ragioni ambientali e di carattere.
Le rinunce a e aprirebbe ai riscatti di e Taarabt e agli necessari per confermare Seedorf.