ULTIM'ORA

Froome-doping, verità o bugie? L’asma non è da ciclista…

Chris Froome tested positive in drugs test

“Sono un ciclista professionista, conosco le ree e sono certo: non le ho infrante”: Chris Froome ribadisce la sua tesi, dopo la notizia della sua positività al salbutamolo.
vistato dalla C a Maiorca, il ciclista del Team spiega quanto detto ieri con un comunicato congiunto con la sua squadra. “Non credo che la mia immagine sia com. Non si tratta di un test positivo: l’Uci mi ha chiesto chiarimenti, daremo tutte le informazioni per spiegare che si tratta di curare una malattia”.

IL FATTO. Un nuovo scuote il mondo del ciclismo. L’Uci ha infatti annunciato che Chris Froome, vincitore di quattro Tour de France e una Vuelta di Spagna, è stato trovato positivo al salbutamolo (un broncodilatatore). Il test antidoping è stato effettuato proprio durante la corsa spagnola il 7 settembre scorso, dopo la 18esima tappa che andava da Suances a Santo Toribio de Liebana. La sostanza incriminata saree dovuta a un farmaco contro l’asma che il ciclista del Team assume da tempo, ma la concentrazione nelle urine è superiore ai limiti consentiti. Se per il britannico dovesse arrivare una , Vincenzo Nibali si vedree assegnare la Vuelta 2017, dato che lo Squalo si è posizionato al secondo posto sul podio di Madrid.

LA DIFESA. Froome ha subito commentato la notizia: “È noto che soffro d’asma e conosco perfettamente quali sono le ree. Su consiglio del medico ho incrementato i dosaggi di salbutamolo, ma sempre prestando grande attenzione a non superare i limiti, prendo molto sul serio la posizione di leadership che occupo nel mio . L’Uci ha ragione a esaminare i risultati dei test e insieme alla squadra fornirò tutte le informazioni necessarie”. Anche il Team ha diffuso un comunicato in cui difende il ciclista: “Chris soffre d’asma sin dall’infanzia e usa un farmaco molto , il salbutamolo, per prevenire e curare i sintomi dell’asma da sforzo. Si tratta di un farmaco permesso dalle ree della Wada. I sintomi dell’asma nell’ultima settimana della Vuelta si sono intensificati e, su suggerimento del medico, Froome ha aumentato il dosaggio di salbutamolo, pur rimanendo nei limiti”.

NIBALI. Il campione no Vincenzo Nibali ha dichiarato all’Ansa: “Oggi non è un grande giorno per il ciclismo, così come non lo è per lui. Non entro nel merito della vicenda, voglio aspete correttamente le conclusioni”.