ULTIM'ORA

Frome vince il Giro! Paura a Roma…

Froome in trionfo a Roma, è suo il Giro d'Italia 101

di na Collina - Chris Froome ha vinto il 101° Giro d’ di ciclismo, che si è concluso oggi a , con la 21a tappa, che è stata neutralizzata di 7 giri per una richiesta dei corridori per via del manto stradale ritenuto pericoloso.

E’ la prima del corridore inglese, che ha già vinto quattro Tour e una Vuelta. L’irlandese Sam Bennett brucia allo sprint Elia Viviani, vincendo la 21/a e ultima tappa del 101/o Giro d’ di ciclismo, disputata a e lunga 115 chilometri. La frazione odierna è stata accorciata dai giudici di circa 80 chilometri su richiesta dei corridori, i tempi ufciali sono stati registrati dopo il terzo dei 10 passaggi previsti sotto il traguardo dei Fori Imperiali.
Alla base della richiesta degli atleti la pericolosità del fondo stradale.

Queste le maglie assegnate denitivamente alla ne del 101° Giro d’ di ciclismo, a .
Maglia rosa della classica generale: Chris Froome (Gbr). Maglia azzurra della classica del Gran o della montagna: Chris Froome (Gbr). Maglia bianca della classica di miglior giovane: Miguel Angel Lopez Moreno (Col).
Maglia ciclamino della classica a punti: Elia Viviani (Ita).

“Visto le varie dichiarazioni prive di fondamento uscite sui media teniamo a precisare che il Giro ha avuto 20 giorni per dichiarare il vincitore nale. Aiamo scelto e il suo percorso, perché voleva essere e vuole essere la passerella di un grande Giro: riteniamo che questa scelta valorizzi l’edizione 101. La decisone di neutralizzare i tempi è stata presa solo da un punto di vista ivo e dispiace che sia stata strumentalizzata per altri ni”. Così all’Ansa la direzione di corsa del Giro d’.Radiocorsa aveva informato che il tempo ufciale della 21/a e ultima tappa del 101/o Giro d’ di ciclismo saree stato preso dopo il terzo passaggio con l’abolizione dei due traguardi volanti. il provvedimento è stato dalla giudice di corsa Rossella Bonfanti a Elia Viviani. Il detentore della maglia ciclamino l’ha riferita a Chris Froome, che poi si è avvito alla Bonfanti per un conciliabolo. Alla base di la protesta dei corridori per le condizioni del tracciato. La situazione è continua evoluzione e non è escluso che i corridori possano decidere addirittura di fermarsi.

Il Giro d’ si era aperto a Gerusalemme il 4 maggio scorso, con la disputa della cronometro individuale. La 101/a edizione, che si può senz’altro denire la più spirituale della , unisce virtualmente le due città eterne, chiudendo a la propria corsa su un percorso lungo solo 115 chilometri.