ULTIM'ORA

‘Fratelli coltelli’: Mou e Pep, i due migliori tanto in Liga così in Premier!

Manchester-United-v-Manchester-City-EFL-Cup-Fourth-Round

di Mary Bridge - Alla vigilia della sfida United-, (domenica ore 17.30), Pep ha dato una carezza a José: “Siamo come gemelli, lo stesso vale per Antonio , Juergen Klopp e Mauricio Pochettino, e tanti colleghi nel mondo come l. Non criticherei mai un altro allenatore per come fa giocare la sua squadra. Non l’ho fatto in passato, non lo farò in futuro. Il calcio è fantastico per questo, perché ogni allenatore gioca nel modo in cui crede e vuole”.

Il Manchester arriverà a Old Trafford a +8 punti sui cugini.
E Guardiola è determinato a proseguire nel cammino perfetto: “La sfida migliore è quella di giocar bene, provare a prendere subito il controllo della gara. E’ diffi perché sfidiamo il Manchester United a Old Trafford, ma vogliamo provare a giocare il nostro calcio. Sappiamo però che se non vinciamo i duelli individuali, sarà alquanto diffi batterli”.

“Nessuno sa come finirà, noi proveremo a trovare il miglior modo per giocare bene e vincere la partita. Vincere, pareggiare o perdere domenica non deciderà chi vincerà o perderà la er League. E’ dicembre. E’ una partita importante perché si tratta dello United. Tu puoi prendere punti e far sì che i tuoi avversari non ne prendano neanche uno. Ma è lo stesso per l. Ok, aiamo otto punti di vantaggio ma la er League è una maratona. Non siamo neanche a metà. Ci sono ancora più di 70 punti in palio e noi doiamo concentrarci sulla gara, e sul risultato. Dopo penseremo allo Swansea, tre giorni dopo. E’ così. Questo voglio dai miei giocatori”.

MOU RISPONDE. Una partita importante “che vale comunque sempre tre punti e non sappiamo cosa può accadere”. José smorza la grande attesa per il di Manchester tra le prime due di er. “Siamo una squadra migliore rispetto allo scorso anno, non ci sono dui, ma penso che anche il sia una squadra migliore rispetto alla scorsa stagione. Penso che sia noi sia l possiamo vincere, ma lo penso anche di altre squadre”.
Il tecnico portoghese respinge però le analisi di quanti immaginano il all’Old Trafford come una battaglia tra i giganti dello United e il genio del : “Il è qualcosa di speciale per i , ma per noi vale sempre tre punti”, spiega senza svelare che partita si aspetta: “Il calcio è imprevedibile. Io da allenatore mi immagino un certo tipo di partita e per questo lav in un certo modo ma poi non sai cosa mai cosa può succedere in campo, ci sono tante variabili che non dipendono da me e che possono cambiare il corso di una partita”.

INTERESSATO… A 11 punti dal e a 3 dallo United, Antonio guarda alla super-sfida di domenica con l’interesse dovuto. Il Chelsea si è ripreso dopo l’avvio-flop, è terzo in classifica, ma ben lontano da Guardiola. “Sarà una grande partita, sicuramente la vedrò a casa mia. Amo il calcio e amo guardare questo tipo di partite. Entrambe le squadre sono forti, molto forti. Forse le migliori di questo . E’ una partita imperdibile”. Che – in casa di sconfitta dei Citizens – potree dischiudere nuovi scenari agli stessi Blues. “Ma penso che sia molto diffi che il perda due partite di fila dopo quella contro Shakhtar. Saree stato meglio che non avesse perso in . Ma è anche vero che lo United ha tutte le qualità per vincere domenica. Per chi tiferò? Per chi giocherà meglio”.