ULTIM'ORA

Fognini resta ‘bad-boy’, nonostante Flavia: a Wimbledon l’ultima cazzata

Britain Wimbledon Tennis

di Mary Bridge - Rischia salatissimo Fabio Fognini: multa e certificazione di indesiderato!

L’imprecazione “anti-Wimbledon” durante il match contro Tennys Sandgren ripropone l’immagine di bad-boy che cova sempre sotto la cenere di Fabio…

Sotto di due set l’italiano – nervoso per dover giocare sul campo 14, uno dei più disturbati – ha gridato: “Maledetti inglesi, dovrebbe cadere una bomba su questo circolo”.

Per il momento l’organizzazione dei hips non ha preso posizione evitando commenti.

Fognini invece ha giocoforza abbozzato…”Se qualcuno si è offeso chiedo scusa, ma non ho altro da aggiungere”.

Fabio ha spiegato la sua frustrazione: “In campo un agonista molte volte sbaglia, si è frustrati, ed io lo ero perché non stavo giocando come volevo. Se si è offeso qualcuno chiedo scusa, ma è qui”.

L’etichetta di ‘bad boy’ l’ha sempre rifiutata, ma Fabio Fognini è recidivo.
Dopo le sceneggiate ai giudici di linea, le sfuriate all’indirizzo di e avversari, ecco la nuova, ultima del tennista ligure colto da un audio a Wimbledon mentre offende il blico di casa nel corso del match, poi perso, contro Tennys Sandgren.

Famosa resta utigata, sempre a Wimbledon nel 2013, con l’arbitro Pascal Maria che gli costò una multa salatissima.

La più scontata definizione per un tennista che ha 36 anni è “sreatezza”. Perchè anche scalare la classifica mondiale non cancella le cattive abitudini da ‘cattivo’
Fognini non l’ha persa, anche se ha dimostrato di avere i colpi per giocarsela con tutti, e nella vita privata Flavia l’ha messo in riga.

Le a Wimbledon vanno a braccetto con lo “zingaro di merda” urlato a Filip Krajinovic ad Amburgo qualche anno fa.
Agli insulti al papà Fulvio a Montecarlo nel 2014.
Al dito medio rivolto al blico di Shanghai dopo aver perso da uno sconosciuto cinese.

Ad Amburgo nel 2015 il nervosismo del ligure raggiunse anche Rafa : Fabio non se la prese direttamente con lo spagnolo ma con lo zio Toni e il suo coaching non autorizzato.

A Parigi-Bercy Fognini perse contro Lucas Pouille e durante il match discusse animatamente con il giudice di sedia brasiliano che alla fine negò la stretta di mano.

Occasione unica nella del bon-ton del tennis!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply