ULTIM'ORA

Florenzi, intervento ok: che sfortuna, pronto tra 5 mesi!

florenzi.roma.villa.stuart.cm.com.2016.2017.750x450-1

di na Collina - vento concluso, operazione riuscita. Dopo la nuova rottura del mento crociato del ginocchio sinistro, Alessandro Florenzi è stato operato questa mattina a Villa Stuart a : ora l’esterno giallorosso dovrà restare fermo per altri sei mesi. La risonanza magnetica ha effettuata in mattinata aveva infatto confermato i timori della vigilia: per il 25enne nista la stagione è finita e tornerà in campo solo la pma stagione.
Florenzi si era nuovamente fatto male da solo: mentre tentava un ‘velo’ durante un allenamento con la Primavera è arrivata la torsione innaturale del ginocchio. Diffi dire se qualcuno abbia sbagliato nel suo caso, il piano di stava proseguendo senza intoppi secondo i protocolli ormai colti. La casualità potrebbe aver giocato un ruolo fondamentale, riportando l’orologio indietro di quattro mesi.

MARIANI. Al termine dell’operazione a fare il punto è stato il professor Pier Paolo Mariani: “Il mento era perfettamente guarito, e si è rotto. C’è stato l’elemento sfortuna. Purtroppo è come quando si tampona guidando: rimettere a posto la non dà garanzia di non avere più incidenti. Ci sono giocatori che appena ritornano in campo si rompono l’altro crociato…”.

“Il non è stato assolutamente affrettato – ha aggiunto Mariani – con tempi che sono quelli di Rüdiger, Mario Rui, Capradossi. Sono i tempi classici. Il giocatore era in perfette condizioni al controllo che ho fatto i primi di febbraio. Era perfetto. Adesso i tempi di sono leggermente più lunghi però grosso modo seguirà lo stesso protocollo”.

LA . Alessandro Florenzi è stato sottoposto oggi ad vento chirurgico di revisione artroscopica che ha confermato la rottura traumatica del neo-mento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Il trapianto chirurgico è stato dunque sostituito con il tendine rotuleo del ginocchio . L’atleta osserverà alcuni giorni di degenza e dalla pma settimana comincerà il percorso terapeutico stabilito con prognosi di cinque mesi.

foto da .com