ULTIM'ORA

Finale, biglietti rincarati 35 volte: scomparso Whelan, bagarino Fifa.

8.0.980877489-kIWG-U43020994582286GGG-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

di Ipa del Mar - Speculazione spinta sui biglietti della Finalissima -. Online, sono in vendita da privati, i pticket a prezzi maggiorati fino a 35 volte sul prezzo ufficiale FIFA.
Per un buon posto, si spendono dai 7mila ai 18mila dollari la bellezza di 40mila reais, nonostante il prezzo di listino sia di 2000 reais.

Privati hanno già venduto a 31mila reais posti che ne costavano 880!
Alcuni compratori offrono case e la risposta è “parliamone”.
Incredibile, rispetto le condizioni di povertà del popolo brasiliano e la durata di una partita.
Ma chi paga queste follie?
Quasi tutti argentini, i quali nonostante il Paese sia sul baratro costringendo la Presidente Kirckner a non presenziare la finale, sono disposti a tutto per non perdere la notte in cui la può divene Campione del Mondo al Maracanà, in casa dei più acerrimi nemici.

Intanto Ray Whelan, capo di una società svizzera partner Fifa, è ricercato dalla polizia brasiliana.
Soitto inchiesta per lo scandalo bagarinaggio, è stato arrestato e poi rilasciato prima del nuovo ordine di cattura.
Le indagini hanno coinvolto molto Vip…da Dunga al papà di Neymar.
Whelan fa parte di un’organizzazione specializzata nel bagarinaggio di biglietti che la Fifa avrebbe dovuto rimettere sul mercato.

Il dirigente britannico è a capo della Match Hospitality, che ha lavorato con la Fifa negli ultimi quattro .
Le telecamere dell’albergo ‘Copacabana Palace’ di Rio de Janeiro hanno ripreso Whelan, al quale è stato imposto il divieto di espatrio, mentre usciva da una porta secondaria.
Il raggiro consiste nel far arrivare a noti bagarini, tra i quali l’algerino Lamine Fofana, i biglietti dei pacchetti aziendali invenduti.
Tagliandi che, secondo regolamento, vanno ri sul mercato a prezzi ordinari.
Secondo gli inquirenti, il meccanismo scoperto in Brasile sarebbe stato utilizzato anche nei precedenti.

La società svizzera Match Hospitality ha fatto sapere, tte un stampa, che il pacchetto di biglietti finito nell’inchiesta sarebbe stato regolarmente venduto secondo i termini previsti. L’azienda partner Fifa ha dichiarato di essere certa dell’estraneità di Whelan ai fatti stati, affermando che le stesse cettazioni dimostrerebbero la sua buona fede.