ULTIM'ORA

BB chiede giovani. Tavecchio: stia zitta.

tavecchio-abete-ripensaci-ct-ad-agosto-685550

di Nina Madonna – “Il del no va rifondato: spazio a quarantenni preparati”. L’ad del Milan Berlus invoca una svolta e sottolinea che “non è solo un problema di persone, ma anche di ree” per cambiare una governance “litigiosa e senza visione”.

Alle 16.15, il candidato numero uno alla successione di Giancarlo alla presidenza della GC, presidente della Lega Dilettanti Carlo Tavecchio commenta il Consiglio Federale e che Ct che immagina per il dopo : “Abbiamo avuto in passato tanti selezionatori di altissimo livello, come Bearzot, Vicini o Valcareggi; abbiamo un centro federale che tutti c’invidiano come Coverciano: non avremo sicuramente problemi ad individuare il nuovo ct. Il nuovo ct – ha aggiunto – dovrà saper lavorare con i giovani e valorizzarli. Immagino una “cantera” azzurra, con l’ausilio di team manager in grado di far crescere il movimento”.

Poi una dura replica all’ad del Milan Berlus, che aveva invocato una in seno al Consiglio Federale: “Sulla nomina del nuovo presidente non decide la gentile signora ma i delegati di un milione e mezzo di tesserati. Per noi – spiega Tavecchio dopo il Consiglio federale – vince la del fare e conta l’appoggio di un milione e mezzo di tesserati”.