ULTIM'ORA

Barça stop Fifa per ‘tratta’ minori. Real e Atletì nel mirino!

C_29_articolo_1031152_lstImgOrizz_imgOrizzontale_0_upiImgListaOriz

di Azul Grano - punito dalla Fifa: bloccato, ne acquisti, ne cessioni!
Irregolarità nei trasferimenti di giocatori minorenni non spagnoli, dal 2009 al 2013. Solo 90 giorni per mettere tutto a posto, dopo la sanzione FIFA sarebbe automaticamente in vigore.

La bufera forse è solo all’inizio. Nel mirino della Fifa non c’è infatti solo il , punito per irregolarità nella contrattualizzazioni di alcuni giocatori under 18 con il blocco del sino all’estate del 2015. Lo scandalo potrebbe infatti ben presto allargarsi e coinvolgere anche il Real Madrid e l’Atletico. La vione delle norme relative ai trasferimenti e ai contratti di calciatori minorenni non riguarderebbe così solo i blaugrana: secondo il quotidiano spagnolo As la commissioni disciplinare della Fifa starebbe infatti indagando anche sui due club madrileni e non si esclude che il medesimo provvedimento inflitto ai catalani potrebbe presto estendersi anche a merengues e colchoneros.

Intanto, proprio il (che ha novanta giorni per presentare la propria controreplica e dimostrare l’eventuale infondatezza delle accuse avanzate dalla Fifa), oltre a difendersi pubblicamente con un in cui, in 14 punti, replica a quello del massimo organismo del mondiale, avanza pure l’ipotesi di un complotto. Sempre secondo i quotidiani spagnoli (ad As si aggiunge pure Marca) c’è infatti la convinzione da parte dei catalani che dietro a questa operazione ci sia un mandante oscuro: un club – non meglio precisato – che avrebbe denunciato le irregolarità, dando il via a tutta l’operazione investigativa.

Conseguenze?
Dopo quasi un anno di corteggiamento, il rischia di ricevere un ‘due di picche’ per cause di forza maggiore da Javier Mascherano. Il rinforzo tanto sognato da Rafa per difesa e centrocampo è a un passo, ma ora tutto sta per saltare. Gli azzurri non possono fare altro che aspettare e sperare che i blaugrana sistemino tutto e anche alla svelta. Intanto l’allenatore spagnolo e De Laurentiis sono già a caccia del sostituto.

A fine stagione Carles Puyol appenderà le scarpette al chiodo. Lo storico capitano catalano si ritirerà e i blaugrana potrebbero non poter andare a caccia del suo erede: David Luiz (Chelsea) e Musacchio (Villarreal) erano sulla lista. Il Barça, per non rimanere con un difensore in meno nella rosa per un’intera stagione, potrebbe convincere Puyol a rinnovare per un altro anno (ipotesi difficile) o aggregare alla prima squadra un giovane della Cantera, mossa che dovrebbe essere consentita dalla Fifa.

Nessun problema per il rinnovo di che potrà diventare il giocatore più pagato al mondo fino al 2018. Per assurdo l’unico fatto positivo del blocco di da parte della Fifa è proprio questo: il campione è blindato e il non potrà tentarlo con un ingaggio faraonico. Per un che resta, però, c’è un “” che non arriva. Stiamo parlando di Alen Halilovic (17 anni) considerato da tutti l’erede della Pulce. Accordo fatto per i blaugrana con il croato, ma il contratto non è ancora stato depositato.
Congelato il passaggio di Xavi ai New York s. Il centrocampista spagnolo sembrava intenzionato a lasciare il Camp Nou per una nuova avvenutra oltre oceano, ma l’aereo per la Grande Mela non può decollare. In estate non ci sarà neanche alcun assalto alla ntus per Vidal che da molti era visto come il possibile erede.