ULTIM'ORA

Festa Napoli, ma è finita: battere Juve e Salisburgo!

milik.ancelotti.napoli.2018.2019.750x450

di Paolo Paoletti - Il travolge il Parma 4-0 ma resta a -13 punti dalla , lasciando però a grande distanza Inter, , .

Inutile illudere, la Juve ha vinto l’Ottavo di la: gli bastano 7 vittorie e dovesse uscire dalla , come appare più che probabile, punterà al record scudetto vinto con più giornate di anticipo!

Come è possibile che una squadra in ginocchio, esanime, sconclusionata, con 4 attaccanti che non attaccano, 2 centrocampisti che non corrono ed in balia degli avversari, una difesa da brividi, riesca a vincere a Bologna con un solo tiro in porta?
Dopo aver visto Bologna-Juve, anche il più inguaribile ottimista, chiude il libro dei sogni!

Consapevole, il al dini sblocca già al 19′ con Zielinski, poi raddoppia al 36′ con la punizione di Milik tirata sotto la barriera per ordine di Ancelotti.

Nella ripresa Milik fa doppietta (73′), ignorando Mertens liberissimo a sinistra solo davanti la porta. Quindi poker di Ounas all’82′.

Gara senza storia, contro un Parma ridicolo che sopra in casa conferma tutta la sua mediocrità, salvo solo perchè la serie A è diventata ricettacolo di presidenti improvvisati e società indecifrabili.
Inutile sottolineare i meriti del , che Ancelotti ha saputo richiamare ai doveri del momento decisivo della stagione.
Quando si segna un gol come il secondo di Milik servito al bacio dall’avversario, bisogna solo archiviare gli eventi.

Adesso tra e Salisburgo, Ancelotti ha l’occasione di dare qualche soddisfazione ai napoletani ancora una volta offesi da De Laurentis, deniti falliti.
Se non arriverà l’, una coppetta a prescindere da chi la vincerà, come dovremo denire la stagione azzurra?

Eppure un cambio di modulo del Parma, ad inizio ripresa, aveva riequilibrato il senso della gara. Equilibrio accentuato dal fatto che Allan e Fabian Ruiz hanno tirato i remi in barca. Bene se in attesa delle prossime, male se per un decit di condizione sica.

Il 4-0 cancella numericamente la carestia di gol delle ultime in . Vediamo se la verve sotto porta ritrovata darà nuovo smalto alla partitissima contro la Juve, avversario in ginocchio, ferito, distratto dalla guraccia di Madrid che verrà a gestire il vantaggio in classica impossibile da cancellare ma nel dovere di vendicare!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply