ULTIM'ORA

Ferlaino: Higuain lo tenevo. Sarri? Ok ma ce ne sono tanti.

big

di Paolo Paoletti - Se serve chiedere allo specchio delle nostre brame come il Napoli può vincere lo Scudetto, bisogna interrogare solo Ferlaino, l’unico capace di riuscirci nonostante tanti errori, il potere finanziario di Juve, e Inter, la sudditanza psicologica degli , l’influenza di potentati come gli Agnelli e .

Ieri come oggi e senza i diritti tv, che rappresentano il 60-70% degli introiti del Napoli di De Laurentis.

Lo ha interrogato la Gazzetta dello e Corrado Ferlaino, non si è tirato indietro sull’operato di De Laurentis… “Fa alcune cose giuste… ha trovato un grande allenatore. Sarri è la punta dell’iceberg, ma in aiamo altri tecnici bravi anche senza i grandi giocatori che Sarri ha. Acquisti che avrei fatto? Ho le mie fissazioni che poi verifico durante la stagione: Milik è bravo e anche Diawara. Joao Mario mi piace, è un giocatore d’ordine”.

L’addio di : “Non lo avrei venduto. Glielo dice uno che ha avuto le bombe sotto casa. Hanno incendiato la mia macchina, c’era un ca un po’ così. Io più che occuparmi dei nemici esterni dovevo occuparmi delle scommesse clandestine, con probabile centrale a Forcella. C’erano dei giocatori che andavano e venivano da lì. Era un problema”.

Ecco Maradona. “Io arraiato con Maradona? Con l’uomo, col calciatore era impossibile e per me contava il calciatore. A differenza di altri dirigenti, non ho mai voluto frequentare i calciatori, perché poi si creano fratture di spogliatoio. Maradona è meglio di ? Maradona è stato grande ovunque, soltanto nella Liga, perché già in Nazionale non gioca bene”.

Maradona saree potuto andare alla Juventus… “Non avree funzionato. Diego andava bene a Napoli… a o nelle altre grandi si saree scontrato con una disciplina e dei codici che non saree stato capace di seguire”.