ULTIM'ORA

Fallimento Milan, sentenza martedi: Totò condanna!

serie-a-udinese-milan-1-0-di-natale-condanna-seedorf-160-

di Nina Madonna - Il Milan è allo sbando, perde 1-0 anche in casa dell’Udinese. Totò Di Natale supera Batistuta e Signori tra i cannonieri di tutti i tempi della !
Guidolin batte anche le voci su Mandorlini, sente le orecchie fischiare…
“Non siamo stati all’altezza delle ultime settimane. Nel primo tempo abbiamo avuto quattro palle , il match era equilto. Dobbiamo lavorare duramente, martedì la partita è importante. Questa squadra sta dimostrando, con il lavoro, di voler crescere”.

In l’ultima parola?
“Siamo convinti che si può vincere a Madrid, l’andata l’abbiamo vista tutti”.

Il ritorno di a Madrid, ha condizionato le scelte del tecnico olandese: in campo troppe riserve e l’Udinese è tornata a vincere dopo 1 mese esatto.
Brivido subito all’inizio con Abbiati che si oppone a Pereyra, poi i rossoneri controllano costruendo due occasioni con Pazzini.
Al 22′ della ripresa però, la solita beffa: Di Natale decide su assist di Fernandes. Azione lineare dei bianconeri di Guidolin che affondano la difesa ad un tocco.

Decimo posto, in attesa del Genoa, e decima sconfitta in campionato… quinta per in 10 partite.
Dopo Madrid il Milan si ritroverà a lottare per la retro, senbza obiettivi e senza stimoli. Solo il ritorno con l’Atletì tiene zitto Berlus. Non vende il Milan? Spenda soldi veri per fare un nuovo grande Milan.
Siccome non può, che ne sarà dell’ex club più titolato del mondo?

E’ un Milan maledetto. avrebbe fatto bene ad accettare a giugno. ma a Berlusca non si può dire di no.
Cosa dirà adesso a presidente-padrone?
E’ la grande rivincita di Allegri, che sotto sotto fa felice Galliani. La risalita è difficile, quasi impossibile sopratutto perchè il gioco che cerca non s’inventa nella testa dei giocatori. Di tempo non ce ne e ben lo sapeva. Undici partite basteranno per centrare almeno un posto Uefa?
Assolutamente no, dopo secoli è molto probabile che il Milan ne resti fuori: un fallimento.

Il giudizio resta sospeso fino a martedi sera in , definire in altro modo questa stagione rossonera non è possibile.
I risultati condannano Galliani e il mercato, cioè Berlus. Innanzitutto Marina che ha chiuso i rubinetti di .
Tarabt e Rumi la personalità, quella che servirebbe per vincere partite come queste, fondamentali per acquisire fiducia (oltre a qualche punto) in vista della delicata trasferta di .

Il tecnico olandese rischia di concedere qualche alibi alla squadra lasciando in panchina i titolarissimi , Taarabt e (sensibilmente migliorato a livello fisico). Della squadra anti-Atletico potrebbero aver giocato 3-4 giocatori, fra cui De Sciglio (ottimo sulla destra per tutto il primo tempo), Abbiati, Emanuelson e magari uno fra Muntari o Pazzini.

TABELLINO. UDINESE-MILAN 1-0

Udinese (3-5-1-1): Scuffet; Bubnjic, Heurtaux, Domizzi; Widmer, Pinzi (40′ st Badu), Allan, Pereyra (44′ st Basta), Gabriel Silva; Fernandes; Di Natale (32′ st Muriel).
A disp.: Brkic, Kelava, Naldo, Neuton, Yebda, N. Lopez, Zielinski, Maicosuel.
All.: Guidolin

Milan (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Mexes, Emanuelson; Montolivo, Muntari (26′ st Taarabt); Honda, Birsa (12′ st Essien), (18′ st ); Pazzini.
A disp.: Amelia, Coppola, Abate, Zaccardo, Silvestre, Constant, Saponara, .
All:

Arbitro: Russo
Marcatori: 22′ st Di Natale
Ammoniti: Fernandes (U), Muntari, De Sciglio, Mexes (M)