ULTIM'ORA

Ecco il nuovo: Renzi team con 7 donne, 5 uomini. Ok dall’estero.

Combo

di na Collina - Cinque uomini e 7 donne: ecco la segreteria annunciata da Matteo . Lotti all’organizzazione, Bonaccini (Enti locali), Filippo Taddei della John Hopkins (economia), Faraone al Welfare, Nicodemo (comunicazione, Boschi (riforme), Madia (Lavoro), Mogherini (Europa), Serracchiani (infrastrutture), Braga, Morani e Picieno.

, che si trova a palazzo Chigi per l’incontro col Letta, ha sottolineato che il ritiro della fiducia al non e’ un tema all’ordine del giorno: ‘Il punto non è far cadere il ma farlo lavorare affinchè il ottenga i risultati e dia risposte’, ha spiegato, sottolineando che non ci sarà alcun ‘braccio di ferro con i gruppi parlamentari. Non sono preoccupato che ci siano tensioni con i gruppi: questi hanno il dovere di discutere e dialogare’ con il partito.

Peraltro non vede rischi per l’unita’ del Pd: ‘Cuperlo ha detto cose belle, lavoreremo insieme, non c’è rischio per l’unità del partito, lavoriamo insieme perchè i risultati arrivino. Sento la responsabilità, il compito è difficile e avverto l’emozione ma soprattutto la necessità di dare immediatamente segnali, non c’è un minuto solo da perdere’. Tra le priorita’ del c’e’ la legge elettorale e l’economia. ‘Per il Pd la riforma elettorale è una priorità, il punto è sistemare i problemi del paese e per noi il percorso è uscire dalla logica del rinvio e fare le cose che servono’.

Intanto c’e’ soddisne nel partito per la partecipazione al voto delle primarie : ”Non abbiamo ancora i dati completi ma la cifra finale sarà di 2,9 milioni di persone, un dato di particolare importanza in tempi di antipolitica e disaffezione verso la politica”, ha detto Guglielmo Epifani aprendo la conferenza stampa.