ULTIM'ORA

Ecco il Mondiale 2026: 48 squadre, 32 giorni!

url-8

di Bianca Latte - Il 2026 sarà a 48 squadre! Scelta illustrata dal presidente della fa Infantino in conferenza stampa: “Sono felice perché è una decisione presa all’unanimità. Il sarà a 48 squadre, con 16 gironi da 3: passeranno le prime due di ogni gruppo. Poi ci saranno i sedicesimi. Durerà 32 giorni, come adesso e si svolgerà in 12 stadi. Chi vincerà alla ne avrà giocato 7 partite, proprio come col format attuale”.

Infantino è raggiante: “Per tante nazioni sarà una grandissima occasione. Ci saranno 16 squadre in più, magari per qualcuna sarà la prima volta. La decisione è stata unanime, sarà un più moderno e parteciapto, in tanti potranno izzare i propri sogni”.

Il presidente spiega il nuovo format: “Il si disputerà in 32 giorni, come nel format attuale. Siamo stati attenti a non aggiungere date o partite, anche per non pesare su club e giocatori. Chi vincerà il , alla ne avrà giocato 7 partite, proprio come oggi. Ci saranno 48 squadre, suddivise in 16 gironi da tre. Passeranno le prime due, che andranno ai sedicesimi: lì si incroceranno le prime con le seconde”. (nella foto sotto, una della fa pulicata su Twitter da Rob Harris, sta dell’Associated Press).

Infantino sa che ci saranno tanti casi di squadre a pari punti, come è normale in gironi con tre squadre. Sul banco si studiano i metodi per stabilire il passaggio del turno, come eventualmente i dopo i pareggi: “È troppo presto ora per decidere, sono cose che verranno studiate negli anni a ridosso del 2026. Per adesso aiamo già tante sul passaggio del turno, come la differenza reti. Ma anche il ranking, che è un valore obiettivo”.

Dalla Germania sono piovute le prime critiche, Infantino spiega: “Con qualsiasi format la Germania ci sarà sempre ai Mondiali. Per le altre invece, è una grande occasione. Con i club c’è dialogo e un canale aperto: sappiamo che ci sono delle criticità, ma non aiamo stravolto il calendario e il durerà come adesso. Siamo entrati nel 21esimo secolo. Il non è più una questione che riguarda solo Europa e Sud-America. Il livello generale è molto cresciuto. Sono certo che la decisione odierna è molto positiva per il nostro mondo”.

Infantino ha aggiunto: “Ogni confederazione avrà più posti” pur precisando che il numero di slot aggiuntive per ogni area “non è ancora stato deciso”. Uno degli aspetti che ha sicuramente influito nella decisione della fa è quello di natura economica, con un incremento di ricavi di 640 milioni di dollari rispetto alle previsioni per il in del 2018, ancora con 32 squadre. “Si tratta di stime – ha precisato il numero uno della fa – È difcile sapere quale sarà la situazione economica tra diversi anni”.