ULTIM'ORA

Ecco Gastone, più volte arrestato ma Capo Ultrà negli stadi!

C_29_articolo_1033669_upiImgPrincipaleOriz

di Matteo Talenti – Daniele De Santis, 48 anni, conosciuto con il soprannome di “Gastone”, è un punto di riferimento per la seria giallorossa e, purtroppo, un uomo già ampiamente conosciuto dalla polizia. Prima ancora del drammatico episodio di ieri e di quei colpi esplosi, secondo l’accusa, contro il povero Ciro Esposito, “Gastone” era già finito nel mirino delle forze dell’ordine altre due volte: nel 1994 fu arrestato, e poi assolto, per gli scontro durante Brescia- in cui fu accoltellato il vice questore di polizia Giovanni Selmin e 16 agenti furono gravemente a colpi d’ascia.

Nel 1996, invece, furono i ricatti ai danni dell’ex presidente giallorosso Franco Sensi a far tornare di moda il nome di De Santis. Anche allora si arrivò a un arresto. Non basta, però, perché “Gastone” fu anche l’ultras che impedì, nel 2004, lo svolgimento del diffondendo la falsa notizia della morte di un bambino investito da una camionetta della polizia. Anche in questo caso l’ultras giallorosso finì a prima di essere assolto insieme ad altri sei il 25 settembre del 2008.