ULTIM'ORA

E tre, Inter con passo Napoli: tris Icardi!!!

icardi.inter.gol.maglia.tripletta.derby.2018.750x450

di Paolo Paoletti - E tre! L’Inter tiene il passo, vince il e la settima gara su otto. A -2 dal Napoli per un pari assurdo a Bologna e superfida sabato prossimo al .
Tripletta di , Re di San Siro e superr su cui Spalletti punta tutto a ragione.
Montella spreca un tempo, melò secondo ribalta il binario della sfida, pareggia 2 volte e esce battuto per due errori incredibili di Biglia e Rodriguez. Il rigore al 89′ decide i 3 punti e la notte di . Ma al di là dello spettacolo, resta un tempo a testa e tanti problemi ancora da risolvere.
Spalletti ha già fatto un miracolo: non aveva un centrocampista in panchina e gli manca ancora qualità per diventare una vera squadra; Montella gioca con gli schemi ma ha sbagliato scelte e formazione: Cuttrone deve giocare, Musacchio non è un terzino ma deve partecipare di più al gioco, Bonucci negli spazi larghi non è più lui.

NOTE. Con la tripletta del suo capitano, l’Inter ha battuto il 3-2 posticipo dell’ottava.
Alle zampate di al 28′ e 63′ hanno risposto Suso (56′) e Bonaventura causando l’autorete di Handanovic. Decisivo il rigore di Maurito al 90′ per fallo stupido di Rodriguez su D’Ambrosio.
Inter seconda a -2 dal Napoli; al terzo ko di fila.

DECISIVI.
9 . Sotto gli occhi di Milito imita il Principe con una tripletta che vale il . Esultare sotto la curva rossonera e manda un avvertimento anche al ct Sampaoli. In area è immarcabile.
Handanovic 7,5. Tabellino crudele per la sua autorete. Ma dei 3 interventi decisivi non resterà traccia. Una parte dei 3 punti l’ha guadagnata lui.
Candreva 7. Nel primo tempo fa quello che vuole. L’assist che sblocca il match è un cioccolattino servito su un vassoio d’argento a .

Biglia 4,5. Testa e lucidità sono rimasti in Argentina. Perde il duello a centrocampo con Borja Valero, non incide nella manovra e perde un pallone letale in occasione del 2-1 nerazzurro.
Andre Silva 5,5. Decisamente meglio quando affiancato da Cutrone perché lasciato più libero si muoversi senza aspettare il pallone. Tutti si aspettavano la consacrazione nel : quel palo interno grida vendetta.
Suso 7. Sprecato nel primo tempo spalle alla porta, si accende e tras i suoi nella ripresa tornando nel vivo del gioco. Il gol è un piccolo capolavoro anche in fase di costruzione. Montella lo avrà forse capito?

TABELLINO. INTER- 3-2
Inter (4-2-3-1): Handanovic 7,5; D’Ambrosio 6,5, Skriniar 6,5, Miranda 6,5, Nagatomo 6; Gagliardini 6, Vecino 5,5; Candreva 7 (28′ st Joao Cancelo 6), Borja Valero 6,5 (40′ st Eder sv), Perisic 6,5; 9.
A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Karamoh, Santon, Dalbert, Pinamonti.
Allenatore: Spalletti 6,5
(3-5-2): Donnarumma 6; Musacchio 6, Bonucci 5,5, gnoli 5,5 (33′ st Locatelli 6); Borini 7, Kessie 5 (1′ st Cutrone 6), Biglia 4,5, Bonaventura 6,5, Rodríguez 4,5; Suso 7; A. Silva 5,5. A disp.: Storari, A. Donnarumma, Paletta, Zapata, Calabria, Abate, Gómez, Mauri, Gaia, . All.: Montella 5,5

Arbitro: Tagliavento
Marcatori: 28′ , 56′ Suso, 63′ , 81′ autogol Handanovic, 90′ su rigore
Ammoniti: Miranda, Vecino, Gagliardini, Perisic, , Eder nell’Inter; gnoli e Rodriguez nel .