ULTIM'ORA

Dybala e Icardi: bocciati da ADL, top con Juve-Inter!

url-3

di Oscar Piovesan – Argentini, entrambi classe 1993: sono in copertina nelle prime 2 di campionato.
La balla il tango e si inchina a Paulo Dybala e Mauro . Quattro a testa, Juventus e Inter in testa alla classifica, per adesso comprono le magagne di e Spalletti che si godono i due fenomeni.

E anche Sampaoli, ct dell’Argentina, ci crede…

Dybala si è portato il pallone di Marassi a casa: prima tripletta della stagione, ribaltando il 2-0 del Genoa maturato in 7 minuti: 1-2, 2-2, poi il 4-2 finale. Una goduria…
lo ha imitato all’Olimpico trasformando il vantaggio giallorosso nel 2-1 interista, prima del sicurezza di Vecino.

Giovani e belli, sopra bravi. Sulle spalle il peso di questo inizio difficile ma positivo delle due rivali italiane.
eador, leader inattesi: nei momenti di difficoltà, Juve e Inter s’affidano a loro, ripagati.

Chi voleva Dybala a 40 milioni dal Palermo?
De Laurentis ammetta di non capire chi sono i giovani che fanno differenza. Tra i 36 pagati per Milik e i 36 + 4 di bonus per Dybala cosa ha capito ADL?

Così per . anticipò Napoli, Juve e con 15 milioni più bonus alla Samp. De Laurentis aveva messo sul piatto 10 milioni per sostituire Cavani dal quale avree ne incassati oltre 60. Poi all’addio di Higuain ha solo bluffato incontrando Wanda Nara, moglie-manager di Maurito per proporle un cinepanettone!

Oggi a Dybala il 10 sulle spalle di Sivori e Del Piero veste a meraviglia: 6 in 3 gare, Superna compresa; prima tripletta in che è il 50° in , ma anche numeri, assist, sacrificio per i compagni. Quando la palla arriva a Paulo succede sempre qualcosa.

Mauro invece, di palloni ne tocca molto meno, ma finiscono quasi sempre in rete. Non aveva mai segnato alla Roma all’Olimpico e ha anche sfatato questo tabù, andando a segno per la prima volta in entrambe le prime due partite di campionato.
Due doppiette d’autore (17 nell’Inter) che fanno di l’uomo di punta della nuova Inter di Spalletti.

All’Olimpiaco nulla per 43′, devastante in 10′ tra il 67′ e il 77′: due e un terzo sprecato.
Letale in area di rigore, sia di piede che di testa, ha tolto il posto a Higuain in Nazionale.

Lì troverà anche Paulo e Sampaoli, con Messi, un trio così sogna di recuperare un quasi perso!