ULTIM'ORA

Pizze e clochard: cuore Dries? Si, se in silenzio.

C_29_articolo_1200231_upiImgPrincipaleOriz

di Paolo Paoletti - Dries ha fatto fare il salto di qualità al di Sarri.
Poi superata la crisi matrimoniale sembra aver trovato un corretto feeling con la città.
Con i , ma quelli sono ti ai gol ed ai risultati. E forse anche con i non .

Emerge una notizia sul suo senso di solidarietà: molto bene, ma come sempre in questi casi, la riservatezza è tutto. Perchè il limite tra esse e ideale degli uomini blici è strettissimo.

fa il piazzaiolo per i clochard che hanno bisogno del pmo? Cosa buona e giusta. Meglio se nel silenzio…

Ed è il racconto del a stonare!
La prima azione sociale risale a dicembre, dopo una trasferta a Torino. ‘Ciro’ chiamò un suo amico in città: “Compriamo pizze margherita e le portiamo a chi ha fame e vive in strada. Fa molto freddo…”

mimetizzato per non dare nell’occhio cominciò a comprare pizze e distribuirle ai senzatetto di diverse zone di . Da quella notte è successo altre volte.
Dai giardini di via Posillipo, a pochi passi da casa sua a Palazzo Donnanna, ai portici di Chiaia, zone dove il disagio esiste ‘invisibile’.

L’impegno solidale dell’attaccante belga non è tutto qui, anzi. si è reso protagonista di tante iniziative che gli fanno onore: i poveri sono al centro dei suoi pensieri, perché Dries è solito raccogliere vestiti usati e dismessi per regalarli ai bambini di che non possono acquise abiti nuovi. Bambini di e non solo: medicine per i bimbi venezuelani, maglie e beni di prima necessità inviati ad una in Guinea, dopo aver notato una foto su National Geographic nella quale un piccolo studente indossava una sua maglia. Anche gli ospedali sono dei luoghi che frequenta spesso, per donare un sorriso ai bimbi malati. E c’è chi lo ha addirittura sposato: per scherzo, certo. Ma è un me speciale quello che c’è tra lui e Aurora, una bimba ammalata di cancro che adesso che dice: “Adesso siamo marito e moglie”. Un’altra grande passione, quella di per gli animali, ha avuto il suo riflesso anche sul sociale: Dries e la moglie Katrin infatti adottano cani abbandonati e hanno evitato la chiusura di un rifugio per randagi nei pressi di Ponticelli.

Dries ha un cuore grande? Si, ma mio nonno avrebbe detto… “fa la metà del suo dovere!”
Con tutti i soldi che guadagna…