ULTIM'ORA

Doppietta Messi, Barça in semifinale dopo 4 anni: 3-0 al ManUn!

FC Barcelona - Manchester United

di Carmen Castiglia - Il torna in semifinale di Champions League dopo tre einazioni consecutive ai quarti, rifilando un 3-0 senza storia al Manchester United già battuto per 1-0 nell’andata a Old Trafford.
Straordinario protagonista della notte del Camp Nou è Lionel , in rete con una prodezza al 16′ e che completa la doppietta al 20′, sfruttando una papera di David de Gea.
Al 61′ è quindi Philippe Coutinho a firmare il definitivo 3-0.

Manchester United travolto, in versione super, adesso aspetta la vincente di e .

Nel 2015 arrivò la vittoria nella finale di Berlino contro la , da allora il non era più riuscito a superare lo scoglio dei quarti di finale della Champions League.
Obiettivo raggiunto nel 2019, in un doppio confronto mai in discussione contro un Manchester United che era stato sconfitto anche a domicilio.

L’eroe della notte del Camp Nou, manco a dirlo, è Lionel , che non segnava nei quarti dal 2013 e si sblocca con due gol in quattro minuti. E dire che il Manchester United parte anche meglio rispetto ai padroni di casa, tanto che dopo poco più di un minuto Rashford colpisce una clamsa traversa dopo un pallone perso banalmente dai blaugrana a metà campo. Al 7′ è quindi Martial a spaventare un ancora completamente fuori dalla partita, ma è solo questione di tempo. All’11′ infatti Rakitic si conquista con un po’ di astuzia un rigore, cadendo in area dopo un contatto con Fred, ma l’ Brych dopo aver consultato il Var torna sui suoi passi e toglie il penalty ai catalani, che però ormai si sono svegliati e lo dimostrano ben presto. Al 16′ infatti Ashley Young perde due volte il pallone in fase di impostazione, lo recupera che infila il pallone sotto le gambe di Fred, supera Smalling e di sinistro trova l’angolino alle spalle di De Gea che proprio non può arrivarci. Passano appena quattro minuti e Leo concede il bis, ancora una volta sfruttando un approccio leggero dei Red Devils in possesso palla: stavolta è Fred che si vede sradicare la sfera dai piedi, con l’argentino che libera un destro senza troppe pretese che però sfugge dalle mani di De Gea, gli passa sotto il corpo e finisce in rete. Per la Pulce è il gol numero 110 della carriera in Champions League, ma non sembra intenzionato a fermarsi: già al 26′ infatti sbuca sulla sinistra e su servizio di Jordi Alba tira al volo, alzando però troppo la mira. Il Manchester United si rivede solo al 38′ con una debole conclusione dalla distanza di Pogba, ma è ancora il Barça ad andare vicinissimo al gol, con De Gea che si fa parzialmente perdonare per la frittata sul raddoppio respingendo d’istinto (e di faccia) su Sergi Roberto, presentatosi a pochi metri dalla porta dopo una azione avvolgente conclusa con l’assist di Rakitic.

Di fatto il senso della partita finisce qui, con lo United che nella ripresa di fatto si ita a cercare di evitare l’imbarcata. E soprat di arginare un straripante che già al 48′ va vicino alla tripletta, evitata dal piedone di Young che mette in corner. Poi il inizia a trotterellare in campo, senza che gli ospiti riescano a reagire in alcun modo. E proprio in un momento di apparente stanca, improvviso arriva il 3-0: è il 61′ e Jordi Alba scappa sulla sinistra, appoggia alle sue spalle per Coutinho che dai 25 metri indovina un destro a giro su cui De Gea non può nulla, con pallone che bacia la traversa e si infila in rete. Per il potree scattare il momento dell’accademia, tanto che per poco non trova la quaterna su rovesciata: il pallone sibila di poco sul fondo, con il Camp Nou che comunque ribolle per la magia cercata dal proprio beniamino. Gli ultimissimi minuti servono quindi a Ter Stegen per meritarsi a sua volta un voto alto in pagella, evitando l’inutile gol della bandiera a Lingard e all’ Alis Sanchez, rendendo questo passaggio del turno perfetto e immacolato per il lanciatissimo di Valverde.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply