ULTIM'ORA

Dopo Salah, un altro Faraone punta l’Italia: chi è Ahmed Hassan.

Ahmed-hassan

In Egitto, Ahmed Hassan non è un nome come un altro. E’ il nome dell’ ‘Aquila Egiziana’, centrocampista classe ’75 dai piedi fatati, recordman di presenze con la Nazionale dei Faraoni con 184 gettoni. Insieme a Mohamed Aboutreika, il più forte calciatore egiziano di tutti i tempi: le 4 Coppe d’Africa vinte ne sono la testimonianza più bella. Dopo esperienze europee importanti, Besiktas e Anderlecht su tutte, oggi Ahmed Hassan disegna ancora nello Zamalek, squadra de Il Cairo. Prima, 3 anni di Al-Ahly, l’altra squadra della capitale. A Il Cairo, se un giocatore passa da uno dei due all’altro, è considerato un traditore. Tutti tranne uno: Ahmed Hassan, un’istituzione.

LUI E L’ALTRO. Ma c’è un altro Ahmed Hassan, cresciuto proprio nell’Al-Ahly, all’ombra dell’omonimo più splendente. Lui è Ahmed Hassan Mahgoub, per tutti “Koka” (foto english.ahram.org.eg), e gioca nel Rio Ave, squadra della Primeira Liga, la massima serie del gallo. Nato a Il Cairo il 5 marzo del 1993, Koka è un attaccante centrale che cresce calcisticamente nella squadra della sua città, dove però non trova mai spazio in prima squadra. Nel dicembre 2011 decide allora di mettersi in mostra in Europa, per avere la possibilità di giocare con continuità. Così vola in gallo. A Vila do Conde, dove gioca il Rio Ave, si accorgono subito delle qualità del ragazzone egiziano: 7 in 17 presenze il primo anno. Il secondo, però, non è altrettanto fortunato: solo 3 reti in 25 apparizioni.

IL SUCCESSO. Ma Koka è giovane, una stagione sottotono può capitare. E allora, ecco l’esplosione di quest’anno: ad oggi, le 12 reti in 21 presenze fanno di lui il secondo miglior marcatore del campionato ghese, dietro solo al colombiano Jackson Martinez, punta del di Lopetegui. Grazie ai suoi , il modesto Rio Ave si trova in ottava posizione in classica, a meno 7 dal 5° posto, che porterebbe dritto in Europa. Numero 9 dotato di grande tecnica, Koka ha un contratto con i ghesi no al 2016: non vuole rinnovare, a ne anno quasi certamente se ne andrà.

TRA SALAH E IBRA. Koka fa parte della nuova generazione di giocatori egiziani, il cui talento più cristallino è quel Mohamed Salah che sta facendo faville alla . Di un anno più giovane di Salah, il sogno di Koka è emulare il connazionale: a gennaio ha spinto per trasferirsi a , sponda ing. Ma il Rio Ave ha detto no, la sua classe, ancora per quest’anno, deve fare le fortune del . Per farvi un’idea di che giocatore sia, fatevi un giro su Youtube: il metro e 91 di altezza, unito al tocco di palla vellutato, non potranno non farvi pensare a Zlatan Ibrahimovic, non a caso l’idolo di Koka. L’enza è la stessa di Zlatan, i trofei in bacheca ancora no. Ma Ahmed Hassan adesso va di fretta: diversi europei di prima fascia lo seguono, lui vuole vincere. Il tempo è dalla sua parte, e i paragoni importanti non lo scoraggiano. In Egitto ne sono sicuri: dopo le Nazionali li, adesso è il momento di far volare i Faraoni. Il è suo. Con un nome così, del resto.