Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: per Kimi, che paga l’errore di Magnussen (poi penalizzato con 5″ di stop&go in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ra 16°, ma come se non bastasse, la Direzione Gara lo penalizza con uno stop&go in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217
ULTIM'ORA

Dominio Merdeces, doppietta a Sepang: vince Hamilton, Alonso 4°!

C_29_articolo_1030898_upiImgLancioVert

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: per Kimi, che paga l’errore di Magnussen (poi penalizzato con 5″ di stop&go in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ra 16°, ma come se non bastasse, la Direzione Gara lo penalizza con uno stop&go in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 217

di Sergio Trox – Lewis trionfa a Sepang, in tandem con Rosberg, 2°. Una doppietta importante per . (3°, ) completa il podio. () è 4°, battendo nel finale Hulkenberg (5°, Force India). Button (McLaren) 6° davanti alle Williams di Massa e Bottas. Gara rovinata per Ricciardo (), penalizzato e ritirato dopo un cambio gomme disastroso. E’ invece una foratura al via che rovina la corsa di Raikkonen (), 12°.

Una decina di giri che corrono veloci, e arriva il primo giro di pit-stop per i big: entra all’undicesimo passaggio, seguito poi da Ricciardo, che proprio all’uscita dai box ingaggia una bel test-a-testa con il sta, battendolo senza esitazioni. Stessa storia per , che al giro 14, rientra in pista appena davanti a Daniel e Fernando. Ma Seb si ritrova a gestire “il tappo” della Williams di Bottas che, per qualche , rallenta la . Filano invece lisci i cambi gomma delle due , che al giro 17 si ritrovano stabilmente al ndo: leader della corsa e Rosberg che segue a +9.6. Nelle retrovie Raikkonen lotta invece con Ericsson per il 17° posto, condizionato però da alcuni problemi di regone sul volante e il DRS della .

Team radio , che avverte di “gestire” il motore, tra potenze e setting del software. In compenso l’indicatore del consumo di Lewis dice che, nonostante i giri veloci, l’inglese è uno dei piloti che consuma meno! Restano invece stabili i distacchi tra gli inseguitori, con Rosberg, e Ricciardo che fanno i passisti. Mentre al giro 25 inizia a perdere leggermente terreno , in crisi con il deterioramento delle gomme. Per la gioia di Hulkenberg che recupera terreno sulla . Intanto Raikkonen viene doppiato da .

Altra sosta ai box per , poi Rosberg, al giro successivo. Situazione che permette alla di tornare negli scarichi della . Mentre si ferma anche , che cede provvisoriamente il ndo ad uno strategico Hulkenberg, sempre con un cambio gomme in meno. Al giro 35° le posizioni sono però ristabilite, con davanti a tutti con +12″ su Rosberg. Nico, però, trova lo spunto per riprendere margine su che lo insegue. Ricciardo è in crisi con i consumi (flussometro ancora k.o.) e si trova staccato a +9″. tiene la quinta piazza, amministrando il gap da Hulkenberg, tornato alle sue spalle dopo la sosta. Dietro Button, Massa, Botta e Magnussen si giocano il piazzamento in top ten.

Finale agitato anche per , ma in positivo. Fernando è 5°, impegnato a stampare giri veloci per riprendere Hulkenberg. Dietro Button prova a resistere agli attacchi delle Williams di Massa e Bottas, impegnate anche tra loro per una lotta in casa. Con tanto di ordine di scuderia ignorato da Felipe, che non lascia passare il compagno.

Sventola la bandiera a scacchi per , che firma il suo primo successo stagionale – il 23° in carriera come Nelson Piquet – e si piazza in seconda posizione nella classifica piloti, con 25 punti. Rosberg è invece 2°, regala la doppietta alla , ma si prende il ndo del mondiale, con 43 punti. completa il podio, precedendo , che riesce a sfilare la quarta piazza alla Force India in crisi con le gomme. Fernando è terzo nella classifica iridata, con 24 punti. Uno in più su Button, che lo segue anche al traguardo, 6°. Beffa finale invece per Raikkonen, battuto in volata sul traguardo, dietro per solo 1 decimo alla Lotus di Grosjean. Tra 7 giorni, tutti di nuovo in pista per il GP del Bahrain.