ULTIM'ORA

Dietro il ‘miele’ tra ADL e Sarri, per l’esonero-libertà!

sarri-ancelotti

di Paolo Paoletti - Questo il comunicato ufciale pubblicato dal club partenopeo sul proprio sito: “Il Calcio è lieto di annunciare di aver denito un accordo con l’allenatore Carlo Ancelotti avente ad oggetto la guida tecnica della Prima squadra per le prossime tre stagioni e quindi a partire dal 2018-2019″.

“Sono veramente felice e onorato di allenare la squadra di una città unica, sostenuta da un impareggiabile. Forza sempre!”. Sono le prime parole di Carlo Ancelotti, pubblicate sull’account twitter del .
In precedenza il tecnico aveva detto a Sky: “Parlerò il 9 luglio, ci sarà una conferenza stampa ma non so ancora dove”. Quindi su Instagram: “Una sda molto eccitante. Sarà un onore condividere la nostra passione per il calcio. Grazie della ducia”.

“Ringrazio Maurizio Sarri per la sua preziosa dedizione al Calcio che ha permesso di regalare alla città e ai si azzurri in tutto il mondo prestigio ed emozioni, creando un modello di gioco ammirato ovunque e da chiunque. Bravo Maurizio”. Questo De Laurentis!

“Tutto ha un inizio e tutto ha una ne!
Come già detto in pubblico è meglio nire le cose quando sono ancora belle per non rischiare che diventino brutte.
Sono stati anni meravigliosi, abbiamo fatto cose straordinarie e tutto questo grazie a voi.
Abbiamo gioito, pianto e sostenuto sempre questi colori.
Questa è la mia terra, qui ci sono le mie radici, qui è dove resterà per sempre il mio cuore.
Non ci saranno posti in cui riuscirò a provare le emozioni che solo può dare, una città con un milione di contraddizioni, ma da sempre la città più bella del mondo!”
Questo Maurizio Sarri, 10 ore fa!

E’ accaduto l’incredibile (non era isticamente possibile crederci…), o meglio l’unica cosa che potesse accadere: ADL ha tolto la scena a Sarri.
Ha ingaggiato il miglior allenatore disponibile per coprirsi le spalle ed altro, dal no di Maurizio. Ha strapagato (6,5mln l’anno) quattro volte quanto percepiva l’ tecnico. In più ha accettato glio e genero di Carletto, oltre i di collaboratori di cui si da.
Quindi il punto svolta, più dello stipendio fuori budget: l’ok ad almeno 2 top player richiesti da Ancelotti. Bestemmie quando le stesse richieste erano arrivate dalla casa di gline Valdarno 3 mesi fa!
Adesso però ci sono da tirare delle somme: improvvisamente dopo settimane di braccio di ferro tra Sarri e De Laurentis leggiamo solo dichiarazioni al miele…
Delle due l’una: entrambi hanno rinunciato alle rispettive buonuscite ed è quasi impossibile crederlo per ADL.
Sarri si è impegnato a far riconoscere almeno parte degli 8 milioni di euro di clausola al .
Da chi? Non è ancora dato saperlo, se non che un agente sta sondando il dopo il no (?) allo .
A Sarri non conviene rischiare di restare bloccato nelle mani di ADL; al cine-presidente non conviene avere una spada di Damocle per tutta la prossima stagione nella sda a distanza tra il tecnico dei 91 punti e il più titolato degli allenatori ni.
Ma perchè o dovrebbero pagare 8 milioni a De Laurentis visto che lui le scelte le ha già fatte ed ha tutto da perdere a non liberare Maurizio (1,4 l’anno)?
Ancelotti ha un curriculum che non teme raffronti, ma è pur vero che far meglio di Sarri non sarà un giochino.
Carletto ha un solo obiettivo: vincere lo scudetto.
Superare la storia scritta da Maurizio, anche nel gioco che ADL ha venduto come il vero titolo morale del .
Se ci metti che il ‘pupillo’ di Aurelio ha deciso anche lui di andarsene, bisogna sciogliere questo nodo: perchè dopo un tempo tutti fuggono da De Laurentis?
In attesa di conoscere come nirà con Sarri ed i famosi 8 milioni, una sola cosa è certa: Ancelotti al è stato un colpo. Imposto dalla paura della piazza!
A presto.