ULTIM'ORA

Dieta e movimento per star bene: si comincia in primavera!

quanto-correre-per-dimagrire_NG1

di Serena Paoletti - La primavera è il momento in cui l’ambiente offre le migliori condizioni per rimettersi in forma dopo un austero . Chi vuole dimagrire, chi riprende le attività ive all’aperto, chi apre all’idea di divene runner, mettendo la corsa tra le cose stabili della vita.

In primavera risalgono le temperature, si allungano le giornate e più luce migliora il nostro umore.
Ecco che con un po’ di costanza, prudenza ed entusiasmo, si gettano le basi per un’attività duratura che possa resistere al primo acciacco o delusione.

Ecco 12 consigli per un corretto approccio all’estate.

CHECK UP

1. Dimagrire è fondamentale, perchè alleggerire il peso è presupposto di corretta ed utile attività motoria.
Tante le cure dimagranti, le più svariate secondo le mode.
In generale è doveroso farsi seguire da uno specialista, ma restrizioni su alcool, bevande ate, carboidrati e zuccheri sono il perno di una correzione aene

2. Da quanto tempo non ti sottoponi a una visita medica accurata? Prenotala!

3. Hai mai tenuto un diario di ciò che mangi, almeno per una settimana?

4. Hai mai annotato, almeno per una settimana, quante ore dormi ogni notte e con che rearità negli orari?

COMINCIARE A CORRERE

5. Provate a correre il più lentamente possibile

6. Imporsi di non essere competitivi né con se stessi, né con gli altri.

7. Utilizzare percorsi piatti e con superficie reare.

8. Scegliere le condizioni catiche più favorevoli nel corso della giornata.

DIETA E MOVIMENTO

9. Il calo del peso corporeo è tendenzialmente maggiore quando si fa anche dell’esercizio fisico, che rende più fa la mobilizzazione dei grassi e la l ossidazione. Gli adipociti (le cellule in cui sono nuti i liquidi del corpo) tendono facilmente ad accumulare , ma molto difficilmente lo cedono. Diventa quindi importantissimo ogni mezzo che consente di fare uscire grassi dagli adipociti e di consumarli.

10. L’attività fisica, al tempo stesso, mantiene la massa muscolare e talvolta la aumenta.

11. La diminuzione del peso corporeo determinata dalla somma dell’attività fisica e della dieta, dunque, risulterà ta di più al calo di che non a quello della muscolatura. Per questo non dovete fidarvi di chi vi propone genericamente di perdere peso. Il vero obiettivo è perdere .

12. In molti casi il vero problema non è dimagrire, ma rimanere magri. Una volta che il calo di peso desiderato è stato raggiunto, può essere conservato più facilmente a lungo se è stato ottenuto attraverso l’attività fisica, sia perché ci si è abituati al movimento e lo si continua sia perché il metabolismo basale è, a parità di peso, tanto maggiore quanto più alta è la percentuale di massa magra, che aumenta in chi pratica abitualmente .