ULTIM'ORA

As: ‘Diego vuole Giannina in galera’! Ditemi che non è vero…

ARCHI_206981

di Paolo Paoletti - Io non posso proprio credere alla notizia blicata da ‘As’: Diego manderebbe in carcere la figlia Giannina!!!
Non ci posso credere e non lo voglio credere. Se ci sono ti’, ci sono modi e maniere per recuperarli.
Se è falso – come spero – non è proprio il caso di mettere in giro notizie assurde che fanno il giro del mondo.
Continuo a sperare che tra Diego e Claudia possa finire una cominciata molti anni fa con la l separazione. Non entro nel merito del l rapporto anche se aver vissuto 7 anni molto vicino a l, oggi mi intristisce moltissimo vederli così lontani e accaniti.
Ma chiedo a Diego di resistere ad ogni scatto d’ira: “per favore perdona e tutti come tanti per tante volte hanno fatto con te”.
I vanno e vengono, i figli sono l’unica cosa che resta per sempre.
Una volta, ricorderai carissimo Diego, a Montecarlo abbiamo parlato molto apertamente del dubbio dei i per esse. Nessuno può immaginare che l’amore tra genitori e figli possa essere offuscato da essi, sopra per denaro.
Diego sei stato e resti un uomo di grandi i, spesso incontrollabili, ma sinceri.
Con la stessa sincerità ti chiedo di mettere fine a ciò. Per la tua vita, per te stesso innanzi.

LA NOTIZIA. Possibile che Diego sia pronto a mandare in carcere la figlia Giannina?
nasce dalla causa contro l’ex moglie Claudia Villafane, che secondo avrebbe sottratto dal suo patrimonio circa 80 milioni di pesos, poco meno di 3,9 milioni di euro!
Per i li di Diego, Giannina avrebbe aiutato la madre a riciclare quel denaro recandosi direttamente in per effettuare alcune operazioni bancarie, da qui – racconta ‘AS’ – la richiesta di carcere preventivo.
Giannina, invece, ha invitato su Twitter il padre e il suo avvocato a un confronto prima di aggiungere, rivolgendosi a papà Diego: “Gli ho perdonato di peggio e gli perdonerò anche questo. Posso solo mandargli il mio amore e ringraziarlo perché è grazie a lui che ho potuto scegliere chi e come essere” (Oscar Piovesan).

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply