ULTIM'ORA

Special è il Psg, Mou ammette: noi inferiori in testa!

2240423_sport-fotbal-liga-mistru-psg-chelsea-luiz-mourinho-blanc

di Mary Bridge - Onestà Mourinho: “ superiore, noi deboli mentalmente”.

In 13 Champions, Special One ne ha vinte 2 e giocato 8 semifinali. Tre volte, di cui questa contro il , è uscito agli . Accadde anche all’, l’anno dopo festeggiò il !

Dice: “Loro hanno meritato, se tu non difendi su due palle inattive non puoi vincere una partita così. Ma ammetto che sono stati superiori, sono rimasti in dieci ma hanno tenuto bene, non avevano niente da perdere, e noi invece non abbiamo saputo far fronte alla responsabilità di giocare con l’uomo in più e in casa. Siamo stati deboli mentalmente, e per questa ragione quando una squadra si dimostra più forte mentalmente merita di passare il turno”.

Josè ammette la superiorità del Paris…
“Voglio che i ragazzi sentano la mia opinione, parleremo e capiremo perchè gli avversari sono stati migliori di noi. Fortunatamente abbiamo la Premier League che è il nostro grande obiettivo stagionale: quando giochi per il titolo non hai il tempo di piangere”.
Ha visto himovic? “Ho parlato con Zlatan dopo la partita: era triste per il cartellino rosso, ma io non posso giudicare perchè ero lontanissimo”.

Game over… e il tecnico ha le sue colpe. Il ha speculato pur in superiorità numerica, addormentando la partita, anziché chiuderla. Ha rischiato, arroccato in difesa e il è rimasto sempre troppo vicino a Courtois, ancora una volta il migliore.

Eppure Dea Fortuna era con lui: gol all’andata su colpo di testa ‘sbagliato’ di Ivanovic; gol al ritorno di Cahil su carambola in mischia di Costa e rigore regalato da Thiago Silva!
Mou s’è giocato tutti i jolly…
Passa con merito il , che se l’è giocata, creando gioco senza curarsi di distruggere l’avversario.

Il ha qualità, ma Mou non chiede a Oscar, Hazard, res e Willian. Mai un dribbling, nessun utilizzo della superiorità numerica, i Blues sono pericolosi con 2 sole fasi: da fermo e contropiede. Non è una novità.

Al Real sono rimasti delusi, i Blancos non giocano con il bus davanti la porta: deve fare , spettacolo, attaccare e fare gol.
Perez aveva sbagliato tecnico, abbagliato dall’impresa e l’immagine Special del ghese.
Attenzione, il Vate di Setubal resta il migliore, ma deve trovare le condizioni per ottenere il massimo dal suo , una alchimia non sempre fa, possibile, realizzata.

In Italia ha trovato terreno, anzi l’esaltazione di una idea di footbaal rivolta esclusivamente al risultato. Che quando non arriva ne mostra tutti i perchè. All’estero Mou fatica: vincerà la Premier è al terzo anno, darà l’assalto alla Champions. Poi anche il , andrà con Dio…

Tanto arrogante prima, quanto umile e onesto dopo: Mou è diventato Normal One.