ULTIM'ORA

Di Biagio saluta a Wembley, Mancio se…

Calcio, amichevole: Inghilterra-Italia (elaborazione)

di Mary Bridge – “Dobbiamo scegliere con grande serenità, senza escludere nessuno di quelli che sono in ballo. Poi valuteremo la gura che sarà disponibile. Ricordo inoltre che c’è un aspetto nanziario che va rispettato”. Sulla scelta del nuovo Cittì, Roberto Fabbricini, Commissario , ha dettato la linea a Costacurta parlando a margine dell’assemblea generale ECA in corso a Roma.

Stasera a Wembley, invece, l’Italia di Di Biagio sda l’.
ITALIA (4-3-3): G. Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Rugani, Darmian; Pellegrini, Cristante, ; , Belotti, Insigne. All: Luigi Di Biagio

(3-4-3): Pickford; E. Dier, Stones, J. Gomez; Walker, Livermore, Henderson, A. Young; Lallana, Vardy, Alli. All.Southgate : Deniz Aytekin (Germania)

Qualche cambio, anche obbligato, ma nessuna rivoluzione contro l’, perché nonostante la scontta dell’esordio contro l’Argentina, Luigi Di Biagio resta convinto: “La strada intrapresa è quella giusta”.

A Wembley, davanti a più di 80mila , potrebbe essere la sua ultima panchina azzurra, in attesa che a ne maggio la Feder sveli a chi afderà la nazionale. Ma il ct ad interim non sembra curarsene alla vigilia della sda con i Tre Leoni.

“Ho sentito Costacurta e al momento il problema non mi riguarda”, conferma Di Biagio che anticipa “quattro o cinque cambi”, tra i quali Gianluigi Donnarumma dal primo minuto.
“Qualcosa cambierò, è inevitabile, ma non ho ancora scelto la formazione. Occorre considerare anche il momento della stagione e alcuni acciacchi. I ragazzi hanno lavorato molto, ma serve tempo”.

Ma più che sugli interpreti, il ct preferisce soffermarsi sull’analisi della scontta contro l’Argentina.
Una prestazione che difende, anzi promuove. “Dobbiamo migliorare rispetto alla sda contro l’Argentina e l’ho detto ai ragazzi. Ma abbiamo fatto anche un buonissimo secondo tempo, durante il quale abbiamo creato tanto, anche palle gol clamse. Se la partita fosse nita 0-0 sarei stato dispiaciuto ed invece alla ne abbiamo perso. Sono contento della reazione avuta nella ripresa”.

Se contro i “vice-”, l’Italia non ha sgurato… “Abbiamo fatto qualcosa di buono, mi dispiace aver letto sui giornali che abbiamo fatto zero tiri in porta, non è vero”, Di Biagio cerca conferme a Londra, dove l’Italia non perde da oltre 40 anni (ultima scontta nel 1977 da allora due vittorie e un pareggio).

“L’ ha diversi giocatori di livello internazionale, a centrocampo e in attacco. Non dovremo concentrarci su uno in particolare, ma limitare il l modo di giocare. Hanno giocatori che ci possono fare male”.

Al anco del Ct, Leonardo Bonucci che indosserà la fascia di capitano per l’assenza di Gianluigi Buffon.
E da leader e senatore dello spogliatoio il difensore rossonero non si è sottratto alle domande sul suo compagno di squadra Donnarumma. “Gigio non deve pensare a sostituire Buffon, ma solo a crescere. Deve stare tranquillo, ha grandi margini di crescita, e con l’esperienza diventerà uno dei migliori al mondo”.

Ed è proprio la mancanza di esperienza, il principale decit che sembra scontare questa Nazionale: “Questa squadra ha bisogno di crescere molto in termini di esperienza, visto che molti hanno poche occasioni di maturare nei l club. Pellegrini mi ha fatto sorridere quando mi ha detto che è stufo di vedere vincere sempre gli altri: è lo spirito giusto”.
Se lo dice Bonucci…

Stasera a Novi Sad, testa anche per l’Under 21…