ULTIM'ORA

Spagna, dentro o fuori: dubbi Candreva, ultima per Conte?

ITALY TRAINING

di Chiara Beni – Dentro o fuori, è arrivato il momento decisivo. Per Conte e per la . -Spagna potree essere l’ultima partita del Cittì, l’ultima dell’avventura Azzurra in 2016.
Mancano 48 ore alla Spagna e Conte cerca di mantenere equio: “Cosa devo dire della Spagna, è fortissima! Ma si gioca in campo, e se dovessimo uscire sono gli altri a dover parlare di delusione…”.
La risposta piccata dopo il ko di Lille segna un’inversione dell’opinione comune sulla sua operaia.

A Parigi Conte pensando da tempo. Dal fischio finale di -Svezia. E’ il tentativo di depistaggio contro l’Irlanda è andato male: 18 milioni di spettatori delusi e le invettive del turco Terim tornato a casa proprio per la sconfitta azzurra.

Candreva, infortunio agli adduttori, ha lavorato a parte fino a giovedi. Bicchiere mezzo vuoto… l’esterno della resta in duio. E Conte studia alternative. Qui il discorso si complica. Candreva è unico ne, per capacità di copertura, corsa e pericolosità in attacco.
L’alternativa è Bernardeschi che non ha dato gaa di fisicità con gli irlandesi.

L’ antiSpagna è in ogni caso fatta: Buffon e il terzetto difensivo Juve (tutti sotto diffida, come altri 7 azzurri); Parolo e Giaccherini ai lati di De , incnato oggi da Le Monde; così Pellè-Eder che tornano titolari.
Restano gli esterni: Darmian, De Sciglio e Florenzi sono in lizza per 2 maglie, se Candreva non dovesse farcela.

Conte tornerà a chiedere “il 110%,” per non aver rimpianti. Se non sarà compreso, capiremo perchè è andato al Chelsea!