ULTIM'ORA

DeLa, critica zittita: conduttrice via!

fidanzata-mazzarri

di Nino Campa mette il bavaglio all’informazione e si fa anche pagare. Possibile?
Questo è il marcio che ha distrutto il calcio, come la : il giornalismo è morto, appaltato, comprato, zittito da essi superiori e di parte.
Il calcio no è stato salvato da Murdoch ma è sotto scacco delle pay: il risultato è che e Mediaset non possono esercitare il diritto di critica per non depauperare un prodotto strapagato 1 miliardo di euro l’anno.
La Rai se fa informazione suscita le furie di chi si sente inattaccabile e se la Domenica Sportiva manda doverosamente in onda le immagini dell’aggressione di al tifoso fuori il Tardini di Parma, il cine-presidente si vendica ordinando di vietare le viste alla di Stato.

La continua se e come un quotidiano sportivo come il Corriere dello Sport è sponsor ufficiale di Napoli e . Ma come si fa a raccontare la ?
Meno male che Giorgio Tosatti, indimenticabile direttore del Corposrt ricordava che i giornalisti devono essere il cane da guardia del potere, come in America.

domina la censura sul calcio: cacciò il giornalista Ventre de Il Mattino di Napoli dal ritiro precampionato, ripudiò un inviato obbligato a cambiare ‘professionista’ al seguito degli azzurri.
Ma si può?

Si può, come è sulla bocca di tutti che la D’Amico tifa ntus per la love-story con Buffon, orientando calcio show come se ce ne fosse bisogno con Massimo Mauro sempre in studio, attenta sentinella bianconera.

Nel piccolo delle private, lo scandalo assume proporzioni ignobili.
Perfino l’Ansa ha pubblicato…
“Un litigio in diretta e poi addirittura il conduttore che caccia la sua collega dallo studio, sotto gli occhi perplessi degli ospiti, tra cui Luciano , e del pubblico. E’ successo a Goalshow, il programma di un’emittente locale dedicato al Napoli.

Il conduttore Valter De Maggio ha proibito alla sua spalla, Jolanda de Rienzo, di fare confronti tra il Napoli di oggi e quello di Mazzarri poiché la donna e’ la fidanzata di Niccolò Frustalupi, secondo di Mazzarri nella precedente gestione del Napoli e quindi – a suo dire – ‘emotivamente coinvolta’.

La giornalista si e’ difesa invocando la sua professionalità, che le permetteva di fare benissimo confronti al di là delle ‘ragioni del cuore’. Ma De Maggio non si e’ arreso: ‘Se vuoi la porta sta là, puoi anche andar via se non sei d’accordo’. La de Rienzo ha lasciato lo studio.

Bisogna aggiungere che De Maggio è il direttore di Radio Kiss-Kiss diventata quest’anno sponsor del Napoli versando a Dew laurentis ben 500.000 euro per l’esclusiva delle radiocronache e delle viste ai tesserati azzurri. Uno schifo oltre lo scandalo.
Gli ‘editori’ spendessero questi soldi per ingaggiare disoccupati e formare al meglio chi vuole fare il giornalista… ma con la bocca cucita dagli essi di tasca come si fa?