ULTIM'ORA

DeLa: 7 bugie di fine anno, ciao-ciao a Benitez!

dela1

di Paolo Paoletti - Ancora assurdità da Aurelio De Laurentis che sceglie il momento meno opportuno ma ovviamente più mediatico per lanciare messaggi e boutade. A Doha ha rimesso tutto nel calderone: Benitez, mercato, stadio, tifosi, sceicchi, progetto e perfino i giornalisti che a suo dire dovrebbero essere tifosi del . Perchè…?

Ma quale progetto ha mai De Laurentis?
Per definirlo tale serve un punto di partenza ed un punto di arrivo: il primo fu un regalo del Tribunale di , fare calcio cominciando senza debiti fu la sua grande occasione di far soldi; quello d’arrivo già stabilito con lo scudetto al 10° anno è stata la più grande poresa in giro ai ! De Laurentis non ha mai pensato di vincere perchè bisogna rischiare i tanti soldi che lui preferisce mettere in tasca.

De Laurentis ha fallito ed ora rilancia la presa in giro annunciando la ricerca di 150mln l’anno per competere con la Juve.
Nel frattempo ri-licenzia Benitez reo di volere Top Players, minaccia di azioni li al Comune, vagheggia un ipotetico e assurdo azionariato popolare, ecceterà.
Ecco le incredibili bugie del cinepresidente, con commento punto su punto.

1. agli sceicchi?
“Il club lo venderanno i miei figli quando sarò morto, se non saranno capaci di guidarlo e se lo riterranno opportuno”.
COMMENTO: Il è invendibile perchè non ha margini crescita. I soldi se li è mangiati tutti De Laurentis…in questo stato nessuno comprerà il , non è lui che non lo venderà mai!

2. Juve, la più forte?
“Col mio me la gioco. Guardo sempre il cammino molto lungo, non guardo al passato. Il passato fa parte della nostra cultura, o c’è o non c’è…non c’entra per il presente e per il futuro. Nel futuro vedo un in un contesto di grandissima trasformazione”.
COMMENTO: Perfino il lungo cammino di Ferlaino, trovò gli anni dei trionfi. Accadde spendendo per i migliori calciatori (Maradona, Bagni, Giordano e poi Careca) e il miglior manager del calcio no. Italo Allodi dimostrò che in 2 anni si può vincere se si è competenti, giusta capacità di spesa, volontà di competere.

3. Il flop calcio no.
“Quando sono entrato nel calcio dissi che c’erano tantissime cose che non funzionavano. Ci dobbiamo riappropriare del nostro campionato, dopo la Legge Melandri. Tutti hanno paura di metterci le mani, ma la Serie A è un’altra cosa rispetto al resto del calcio no, dovremmo essere noi stessi l’istituzione del calcio. I danni che ha creato la Melandri sono incommensurabili, dovremmo chiedere i danni allo Stato. Come per gestire una città c’è bisogno di un manager, non di un politico, il calcio va gestito da chi fa calcio. Questo è il paese dei brogli, passato dalla Monarchia alla Repubblica con i brogli”.
COMMENTO. Certo questo è il paese dei brogli e De Laurentis da 10 anni sta imbrogliando i . E come ad esempio vorrebbe fare e disfare a suo piacimento. La Legge Melandri regge il concetto di mutualità e di spartizione dei soldi per chi sei, chi sei stato, chi ti segue.
Il di De Laurentis becca soldi per titoli che non gli appartengono. Mentre la disaffezione del pubblico mai verificatasi è tutta sua. Sui brogli del calcio ci spieghi l’acquisto Vargas ed i 100 calciatori in 5 anni comprati con Marino. Sulle competenze spieghi il di Zuniga. De Laurentis appartiene alla categoria dei ‘piangi e fotti’ di cui il calcio deve sì liberarsi. Il Sindaco che lui vuole portare in tribunale gli sta permettendo di utilizzare in esclusiva il San Paolo pagato dai . Come lo chiama questo broglio De Laurentis?

4. Questione 3° posto…
“Sono tranquillo perché penso che il è forte, bisogna avere tanta pazienza, cosa che pochi hanno. Non possiamo permetterci due giocatori a centrocampo da 5 milioni d’ingaggio all’anno, mai nella vita potremo. Qui la gente ha una totale ignoranza di quello che è un concetto di budget e bilancio. Devo trovare il modo di trovare altri 150 milioni all’anno, cosa non facile. Per essere competitivo a tutti i livelli non dico di doverne trovare altri 450 come altri nostri competitor come Barcellona e ”.
COMMENTO. Non può pagare 5 mln di stipendio ad un Top PLayer ma può metterseli in tasca ogni anno con moglie e figlio. De Laurentis si paga un stipendio da 10mln lordi l’anno, che bruciano risorse per un grande giocatore. Vidal, Nainan e non guadagnano 5 mln: con questi 3 giocatori questo sarebbe da scudetto. Dove li trova altri 150 milioni l’anno di entrate se non vince niente o Coppette? Bayern, Barcellona, Real dimostrano che per incassare bisogna vincere. Ma Atletico di Madrid dimostra che si può vincere anche con un fatturato inferiore a quello del . Il primo deficit è di competenza: tutti sano che De Laurentis non capisce niente di calcio.

5. Idee su come trovare questi fondi?
“Un paio di idee ce le ho, innanzitutto sganciarmi dal Comune per la questione Stadio, ma non voglio creare altre polemiche a riguardo altrimenti poi dovranno vedersela i miei li in merito. Un’altra idea è quella di creare una sorta di azionariato popolare, bastano 150 mila tifosi che diano qualcosa alla società per farci competere con tutti i top club. Non è da tifosi andare allo stadio solo quando si è primi. Dobbiamo fare un programma, se vogliamo ottenere grandi risultati c’è bisogno di una programmazione. Verificherò con i miei uomini come rendere questa cosa operativa”.
COMMENTO. E’ si sganciasse dal Comune. Si facesse lo Stadio coi soldi suoi, come la Juve, come sta facendo perfino l’Udinese. Nela balletto San Paolo i ci rimetto oltre 1,5 mln di euro ogni anno che servirebbero per strade, scuole, servizi pubblici alla cittadinanza. Spesi invece per dare in esclusiva lo stadio a De Laurentis. Azionariato popolare? Certo esistono i trust che acquistano azioni dei grandi club per assicurare trasparenza e l’interesse dei tifosi. De Lurentis invece vuole spillare altri soldi alla gente continuando a ndare lui, senza dare conto di niente a nessuno.

6. Stampa e confronto con i giornalisti.
“Accetto il confronto con la stampa, ma i giornalisti devono tifare e stare con noi. Inutile fare titoloni assurdi in prima pagina che sono solo dei clamorosi auto”.
COMMENTO. Perchè i giornalisti dovrebbero tifare ? I titoloni assurdi gli fanno comodo. Paga 250.000 euro al Corriere dello Sport per averli.
E quando c’è qualcuno che scrive e dice ciò che pensa lo fa fuori: cacciò l’inviato del Mattino dal ritiro, impone il corrispondente Sky, parla solo con chi gli da i soldi…prima Radiomarte, ora Kiss-Kiss. Così è stato ucciso il giornalismo, una critica indispensabile al miglioramento. De Laurentis non accetta alcun confronto, fa solo i propri interessi.

7. Futuro di Benitez?
“Se avrà pazienza sarò felicissimo di continuare il rapporto con lui, se non avrà pazienza allora ce ne faremo una ragione. Anche il Chelsea è andato avanti nonostante il suo addio. Sono onorato di lavorare con lui, ma se questo progetto non lo convince per problemi che non mi riguardano allora può andare via”.
COMMENTO. Perchè Benitez dovrebbe avere ancora pazienza? Lo ha fregato e vorrebbe ancora farlo? Certo, il Chelsea è andato avanti con che guadagna 3 volte Benitez e disse a quel ‘nanetto’ di De Laurentis di non proferire neanche il suo nome…Il progetto non esiste: non ha convinto Mazzarri perchè dovrebbe convincere Benitez? La pazienza l’hanno persa i , figuriamoci uno spagnolo arrivato a per fare da parafulmine!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply