ULTIM'ORA

DeLa delira: “Se sbaglia lo caccio come Donadoni!”

Napoli-De-Laurentiis-666x1000

di Paolo Paoletti - nel corso di una telefonata, parlando di Sarri, dice: “Se sbaglia lo caccio via come ho fatto con Donadoni”. La mano nella giacca stile Napoleone, è la fotografia del baratro cui è scivolato il

Il cinepresidente è in totale confusione, tra arroganza-presunzione-delirio di onnipotenza!!!
Sarri, al Festival di Perlamora, tra tante cose dette sottolinea… “Non devi aver fatto il cavallo per fare il fantino”, battuta indirizzata a che raccoglie l’applauso dei presenti.
Piega: “Non mi monto la testa, quest’anno andava di moda il nome di Sarri, tutti venivano a Empoli a vedere gli allenamenti, come lavoravamo. In questo mondo però si fa anche presto a passare di moda. Io cercherò di lavorare al meglio, non so se il mio metodo sarà adatto a : lo vedremo”.

La però è precisa: Sarri rischia di fare la fine di Donadoni. E come inizio non c’è male.

La cronaca di questo delirio impone di chiarire come stanno le cose.
1. è stato rifiutato da 6 tecnici: Conte, Mihajlovic, Ancelotti, Emery, Spalletti e . L’ultimo dopo aver già chiuso con Sarri. Attegiamento di una scorrettezza unica.
2. Sarri a suo modo è il capro espiatorio di un ridimensionamento che punta a incassare 100 milioni spendendone neanche la metà: sbaracca quanto fa capo a con la scusa di agevolare il nuovo tecnico e le sue indicazioni.
3. Tra Sarri e Giuntoli, ha scelto meri esecutori: dopo R, che ha ‘traviato’ anche Bigon, DeLa ha ripristinato l’autarchia assoluta. Nel senso di ‘economia chiusa’…un fascismo del calcio cui solo un arrogante incompetente può puntare.
4. Se Sarri dovesse far bene, bisognerà ammettere che la scelta è stata fortunata ma efficace.
5. Se Sarri farà male, deLaurentis sarà l’unico colpevole di un continuato, cominciato con l’addio di dopo il secondo posto, fino al 5° posto di e la provincializzazione con Sarri nel mirino!

Mai visto un presidente essere tanto scostante quanto imbelle. Si capisce perchè prende schiaffi su tutti i fronti…da R andato al Madrid a Vasco e Jovannotti al San Paolo, sconfitta delle sconfitte per chi si definisce uomo di spettacolo buttato fuori dagli unici spettacoli veri da anni a !