ULTIM'ORA

DeLaurentis mente: deve tutto al Napoli di Diego e Meladri.

Calcio: Champions League, Napoli-Borussia Dortmund

di Paolo Paoletti – De Laurentis è un bugiardo!
E deve smetterla di prendere tutti per il sedere. Tutti quelli che non possono contestargli dichiarazioni false, o perchè non sanno di cosa parla.
E’ il caso dell’ultima intervista rilasciata dal cinepresidente a nella prima giornata del Festival, dove però tutti lo cercano per il calcio…

De Laurentis con la sua solita boria dice: “ho ricreato un morto. Quello di non esisteva più. Guarda caso, siamo in da 8 anni di seguito”.

Vero, il Napoli partecipa alle Coppe Europee da 8 anni. Tenendo presente che non superare gli ottavi di significa giocare l’equivalente della Coppa Uefa, che quel Napoli di vinse.
Mentre le partecipazioni all’ League sono un aborto neanche paragonabile alla vecchia.

Ma il falso fraudolento sta nel distacco dal vecchio Napoli.
Proprio il per vecchio Napoli, quello che secondo lui era morto, De Laurentis ha potuto godere dei diritti televisivi, i cui criteri della legge Meladri, ripartivano tenendo presente storia del ed il pubblico.

Senza diritti tv, è De Laurentis che oggi non esisterebbe, se ancora oggi nel suo o la voce dei diritti televisivi, tiene in piedi tutta la baracca azzurra e le sue tasche come quelle di quasi tutte le società di calcio ne.

Quindi il Napoli di De laurentis esiste proprio per parametri che non hanno niente a che vedere con la sua società: vinti nella storia del , bacino di utenza.
Nella prima in serie C col Cittadella del Napoli Soccer, al c’erano 60.00 persone: chi erano nuovi tifosi usciti dal nulla?

Grazie al peso di quell’utenza, De Laurentis ottenne 8 milioni di euro di diritti tv; enormità per la . E Proprio nel nome della storia del Napoli, ADL pretendeva una immediata promozione in serie B che fallì sconfitto ai play off niente popò di meno che dall’Avellino!

Senza quella storia, senza quei tifosi, De Laurentis non avrebbe potuto fare proprio niente, visto che acquistò dal Tribunale con i degli ni trasformati in prestito non coperto da Unicredit!

Smettesse di dire stupidaggini e pensare a vincere lo scudetto. Solo Allora avrà diritto di parola e di confronto con il glorioso passato che resterà per sempre l’epopea irripetibile di Diego!