ULTIM'ORA

De Laurentis alle strette: tutti in coro “stipendio doppio!”

delaurentiis_7

di Paolo Paoletti - Nel Napoli è tutto lento, caotico, all’impronta…
La società non esiste e De Laurentis che non capisce di , inventa, strumentalizza, ‘ruba’: tutto tranne che pianicare.

Non lo fa perchè non è un imprenditore, non ha mai rischiato 1 euro nel Napoli, amministra i che i napoletani fanno confluire nella SSCNapoli attraverso i diritti televisivi, sponsorizzaoni, il botteghino. Insomma è un gestore.
Questa è la vera verità per cui sarà impossibile – se non per convergenza di circostante fortuite, come quest’anno – che il Napoli possa vincere.

Al momento le 2 scelte più importanti sono stand by: la conferma di Sarri e di Higuain!
Il tecnico ha stravinto la sua scommessa adesso vuole intascare: più , oltre 2mln netti; biennale cancellando l’immonda unilateralità; mercato ad hoc con giocatori scelti da lui!

Per Higuain è tutto più semplice: lui vuole andare, De Laurentis lo vuole vendere…non sarà facile arrivarci ma ci sono buone prospettive dopo i 32 gol in 34 partite.
Gonzalo ha offerte da 10mln l’anno, De Laurentis non li pagherà mai, ma vuole l’a clausola da 93 che nessuno accetta, anche perchè i club essati sanno dell’art. 17 e puntano su questo elemento per negoziare il prezzo.

Il Napoli però ha molto altro cui pensare: le richieste di ad ingaggi raddoppiati di tutti gli azzurri…
Hyasaj, Albiol, Koulibaly, , . Poi c’è Insigne. E il caso Gabbiadini che si elide con la conferma di Sarri, nonostante la più che probabile partenza di Higuain.

Il di Dries è possibile: a che condizioni? Soren Lerby, suo procuratore, per sottoscrivere un nuovo contratto no al 2020, vuole almeno 2,5 milioni netti. è titolare belga, farà gli europei, è stretto da Insigne, ha molte offerte anche in Italia dove l’ è in coda da tempo.

Elseid Hysaj, quasi uno ‘straccione’ visto che è il meno pagato della rosa tra i titolarissimi, non resterà con un piccolo ritocco. Normale se perno il Bayern Monaco ti ha messo nel mirino.
Stesso discorso per Kalidou Koulibaly, Bruno Satin è stato chiaro: “se Kalidou resta o meno dipende sopratutto dalla società e dalle ambizioni del club per permettere al ragazzo di fare il salto di qualità”. Con questi giusti presupposti, non sarà una passeggiata.

Per Albiol il discorso è diverso: De Laurentis vuole addirittura tagliare lo stipendio visto l’età (31 anni). Ma lo spagnolo è seguito dal e per restare chiede un robusto miglioramento economico. Al momento, Quillon suo procuratore è su posizioni è lontanissime per un accordo.
Quillon è anche il manager di , oltre che di Rejna e Rafa Benitez, del quale va ricordato il merito di aver portato questi giocatori a Napoli per richiesta diretta del tecnico spagnolo. è in scadenza 2017 (come Albiol) ed è indispensabile per Sarri. Ancora giovane…o rinnova o va ceduto questa estate. Lo vuole il ncia! E dopo l’apprendistato – se può farlo a Napoli uno che viene dal – Josè adesso vuol portare a casa. Anche questa trattativa all’ultimo euro!

Insomma, De Laurentis corre verso il raddoppio dei costi di gestione alla voce stipendi. Quella che più teme, perchè sono impegni certi e pluriennali, diversamente dagli incassi, incerti ed a seconda della classica.
Tempi difcili quindi in casa Napoli, o non .
Se non dovesse essere diretta, DeLa si salva solo con Higuain!

Ma quando vinci così!