ULTIM'ORA

De Boer resta, poco. Pronti Moratti e Leo!

5440873504_1d0744af3e

di Nina Madonna – De Boer resta all’Inter. Non si sa no a quando. Anche se batte il Torino, anche se perde contro il Torino.
Il faccia a faccia tra Steven Zhang e Frank de Boer non ha concluso niente. Non avree potuto. Il glio di Zhang Jindong, nuovo patron dell’Inter Zhang Jindong, ascolterà anche Moratti. Presenti Gardini e Piero Ausilio.

L’Inter è spaccata in 3: da una parte Erick Thohir che difende De Boer; dall’altra Zanetti, Ausilio, parte della squadra e Massimo Moratti, seppur quest’ultimo, almeno all’apparenza, estraneo alle dinamiche interne del club.
I , propriei ma inesperti, osservano interessati e incazzati.
Non intervengono ma giudicano e si fanno un’idea… alla ne dovranno dare torto a Thohir e ragione a Moratti.

La ‘novità’ è che l’Inter tiene Frank de Boer. ducia a tempo. Necessario per organizzarsi. Steven Zhang è già a Milano, mercoledì arriverà anche Erick Thohir. Le teste ‘pensanti’ si troveranno dopo il Torino, con le conference call non si fa .

Soprat nella confusione in cui regna l’Inter che mal distribuisce compiti, responsabilità e mancanze.

Poi ci sarà da mettersi d’accordo: de Boer ha le ore contate, ma le ha anche chi lo ha scelto.
Kia Joorabchian, che quando uta l’affare non resiste alla smania di essere operativo, si dimena.
Moratti e Zanetti vorreero subito Leonardo, che dopo 6 mesi faree il dirigente.
Ausilio, parte in causa, saree per una scelta interlocutoria: Pioli ma nelle ultime ore anche Stefano Vecchi, allenatore della Primavera che ha visto Atalanta-Inter.

Thohir e Kia, non mollano: ET insiste su de Boer, il secondo candida Villas Boas, altro prolo a lui aastanza vicino.

Il però ha un solo punto : per lavorare in , bisogna conoscere il no dove non è facile ambiensi. L’esperimento fatto è fallito.
Ma la crisi nerazzurra arriva da lontano. I numeri del falento del post Triplete, con la sola vinta nel 2011 contro il Palermo e Leonardo in panchina, spiegano cosa è successo dopo l’addio di Mourinho.
In 6 anni, bruciati 8 allenatori: Benitez, Leonardo, Gasperini, Ranieri, Stramaccioni, Mazzarri, Mancini e de Boer.
Con 108 giocatori diversi, ha perso 81 gare su 252 totali, 64 su 199 in Serie A, chiudendo sesta (2011-2012), nona (2012-2013), quinta (2013-2014), ottava (2014-2015) quarta (2015-2016).

Adesso è al 14° posto dopo 4 scontte nelle prime 9 partite!