ULTIM'ORA

Dalla Primavera di Vecchi 17 mln di plusvalernze per una Grande l’Inter!

C_29_articolo_1218962_upiImgPrincipaleOriz

di Nina Madonna - La domanda è: perché i ragazzi che vincono a ripetizione in Primavera non finiscono in prima squadra?
I giovani dell’, della Primavera di Stefano Vecchi da quattro stagioni al vertice,successi a raffica.

Vecchi in 4 anni ha conquistato 2 Scudetti (2017 e 2018), 2 Viareggio (2015 e 2018), 1 (2016), 1 (2017). che dovrebbero pesare tanto, essendo il calcio giovanile trampolino verso il calcio dei grandi ma soprat palestra di formazione per squadre di A o B e soprat ‘azzurrabili’.

L’ però ha un traguardo immediato da tagliare e non è ivo bensì di bilancio: 45 milioni di plusnze entro il 30 giugno.
E qui, i nerazzurri attingeranno dalla Primavera per realizzare le cessioni per il fair play finanziario. Un sacrificio per la prima squadra.

Prendete Pinamonti (’99), in questa stagione con ma praticamente mai in campo. L’ lo aveva praticamente ceduto a gennaio al Sassuolo assieme a Valietti (’99), ora la situazione è cambiata perché è cambiato il procuratore, Mino .
Da Pinamonti l’ vorrebbe effettuare una plusnza da 7 milioni.

La strategia è piazzare i giovani con più appeal per alimene le plusnze. Conti spicci, inserendo nelle trattative il diritto di recompra.

Zaniolo (’99) 4 milioni, Emmers (’99) 4 milioni, Bettella (2000) 3 milioni, Valietti (’99) 2 milioni, Odgaard (’99) 4 milioni: le plusnze attese.

Da cessioni secche o in operazioni in cui questi giocatori vengono inseriti come contropartite: esattamente come l’anno scorso con Caprari nell’affare Skriniar.
Anche Radu (quest’anno in prestito, portiere ’97) è richiesto (Genoa, in un’operazione che potrebbe pore Salcedo in nerazzurro).

Insomma, tanti giovani di belle speranze potrebbero fare le valigie per sostenere la prima squadra nel percorso di rafforzamento per la pma stagione.