ULTIM'ORA

Cuadrado-Hamsik: chi vince, chi spera…

immagini.quotidiano

di Antonella Lamole e Nino Campa - Cuadrado rende onore al Napoli, rilancia la sfida all’anno prossimo.
Umori diversi, visioni diverse: chi vince, chi spera. pari al salto dalla Fiorentina alla Juve e dal Brescia al Napoli.
Il colombiano trasferitosi a ha vinto tantissimo. E sarà ancora protagonista ai .
Marek, da oltre un decennio in azzurro ha raggiunto i 100 gol in ma non ha vinto Niente. Ed è rimasto anche fuori dai in Russia.
E la sintesi della corsa tra Juve e Napoli, in cui Cuadrado si è ripreso da un lungo infortunio proprio per spingere il rush finale bianconero. ritenuto indispensabile da Sarri, dopo i tormenti con , ha visto il tecnico costringersi a sostituire ogni volta il suo capitano (c minuscola).

Brutto da dire ma Cuadrado a ha confermato le potenzialità intuite da Conte. è rimasto per anni un progetto di campione al quale è mancato sempre qualcosa.
Sentiamoli…

QUI . “Forse questo è stato il campionato più bello perché più combattuto: vincere in questo modo, dopo un testa a testa durato tutta una stagione, dà più soddisfazione”. Il colombiano della Juve a Premium Sport, però, va cauto e non vuole ancora parlare di festa: “Siamo contenti, però dobbiamo ancora rimanere tranquilli perché ci manca ancora un punto: dobbiamo dare il massimo fino alla fine e cercare sempre di vincere”.

La Juve ha lo in mano e ora all’orizzonte c’è la finale di . Cuadrado e i bianconeri vogliono tentare il quarto double consecutivo per entrare nella storia e dimostrare che all’no dei confini nazionali sono ancora imbattibili: “Una partita difficilissima, diversa da quella giocata qui allo . Poi contro il Milan è sempre una battaglia, possiamo vincere”. Entrambe le squadre appaiono stanche: “Ci sta a fine stagione ma nelle finali è facile trovare energie impensabili, dovremo prepararci bene e dare il 200%”.

Il colombiano in stagione è stato a lungo infortunato: “Ho atteso molto prima di rientrare e poi ho rivisto il campo proprio nel priodo più denso di partite, per fortuna è andato tutto bene. Ho anche avuto paura di non farcela in tempo per questa stagione, è stato un infortunio complicato tanto che sento ancora adesso un po’ di dolore ma stringo i denti”.

QUI NAPOLI. “Non vedevo l’ora di segnare ma avrei preferito fosse stato un gol da tre punti. Ne abbiamo conquistato solo uno e il nostro sogno è finito”. Lo ha scritto Marek sul proprio sito il giorno dopo il 2-2 contro il che ha chiuso la corsa per la squadra azzurra. Alla fine, ancora una volta, sarà la Juve a trionfare. Ma prepara la rivincvita: “C’è una buona base per lottare di nuovo per lo nella prossima stagione”.

“Abbiamo giocato un ottimo calcio durante tutta la stagione – ha scritto lo slovacco – con tante vittorie, siamo stati in testa alla classifica. Ci dispiace di non aver concluso il campionato in vetta”. “Dedico il mio centesimo gol – ha concluso il capitano degli azzurri – ai nostri fantastici si, li ringrazio per il loro grande sostegno. Sono contento di aver raggiunto questo traguardo, ma lo sarei stato di più se il mio gol avesse contribuito ad ottenere i tre punti. Il sogno è sfumato ma l’anno prossimo possiamo farcela”.