ULTIM'ORA

Cronaca di un addio: dov’è la Juve?

Dybala.Sporting.Juve.201718.contrasto.750x450

di Antonella Lamole - Assente. Un solo lampo a 12′ dalla fine. Quando a sbatteva contro il muro Sporting. Quando Cuadrado ha visto Higuain chiamargli il passaggio oltre la linea di difesa e l’argentino metterla in rete con un colpo sotto sull’uscita di Rui Patricio.

Così la Juve si è salvata nel risultato. Da una sconfitta grave.
Gli ottavi di sono ancora lì: +3 sullo Sporting, -3 dal Barcellona, allo il 27 novembre, che ha pareggiato in casa dell’Olympiacos.
Ma la missione portoghese è fallita.

voleva la e l’aritmetico qualificazione. E’ venuta invece la brutta copia della peggior . Chi spiega?

Per battere un avversario inferiore e senza quattro titolari, ma che pressa e attacca con continuità e furore, serve coralità, attenzione, precisione nei passaggi, intensità di gioco e movimenti senza palla. La Juve non ha fatto niente di questo, lo Sporting si.

Senza idee e prevedibile nel gioco della palla a Pjanic sempre aggredito o a Cuadrado che parte in dribbling e la perde, la Juve è di basso livello.
Se poi i sini sono vuoti o imbalsamati, il futuro si fa nero.

Male quansi tutti.
Mandzukic gioca anche quando fa pena. Al Sandro peggio.
Brutti Dybala, Khedira, Chiellini e, fino al , anche Higuain.
Male vuol dire molli, significa ritmo basso e troppi palloni persi, male i tanti passaggi sbagliati.
Il a un ritmo da pensionati, più attenti alla giocata futile che utile.

Gara preparata male, giocata peggio di come ci si sarebbe potuto aspettare nella peggiore delle ipotesi. La Juve è già sotto al 20′ per un’azione da destra dove avrebbero dovuto vigilare Al Sandro e Mandzukic: la gioca Gelson Martins che, prima di battere a rete, dribbla anche Chiellini, .
Sulla conclusione Buffon ha respinto basso e centrale per Bruno Cesar che infila.

Dopo una replica timida di Khedira al 22′: colpo di testa su cross di Cuadrado… zero assoluto in una serata completamente sbagliata.

Nella ripresa, pur aggredendo di più e meglio, la Juve lascia 3 contropiede che solo per un recupero di Barzagli (47′ su Gelson Martins) e l’imprecisione di Acuna (5 contro 4) e di Bruno Cesar (59′, tiro fuori) non diventano raddoppio.

La Juve avrebbe potuto pareggiare al 68′, quando Mandzukic ha rimesso in mezzo per Dybala che ha colpito di testa a beneficio di Higuain. Il Pipita ha colpito di testa nell’area del portiere, ma Rui Patricio ha parato. Dieci minuti dopo l’1-1 di Higuain. E la Juve che si ferma.

Stucchevole, come a Udine, la sostituzione Dybala con Bernardeschi.
Lì l’argentino si era lasciato andare a qualche parola di troppo verso .
Qui se ne è andato a passo lento e, una volta in panchina, ha lanciato all’aria i parastinchi.

Un po’ di panchina, farebbe bene a tanti. Dopo anche a Paulo.