Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: 6,07% a 22.088,71 punti, il Nasdaq cede il 6,03% a 7.471,62 punti mentre lo S&P in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220
ULTIM'ORA

Crollano le borse mondiali: Italia -16,9% mai successo! Lagarde: coronavirus grande chock

Launch of COP26 Private Finance Agenda

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: 6,07% a 22.088,71 punti, il Nasdaq cede il 6,03% a 7.471,62 punti mentre lo S&P in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

La Bce alza il Qe, con un piano di netti aggiuntivi di 120 miliardi di euro per il 2020 e taglia la crescita dell’anno a 0,8%, 1,3% nel 2021, lanciando anche una nuova tranche di maxi-prestiti alle banche per fornire ‘immediato sostegno alla liquidità del sistema nanziario’.
Ovviamente fermi i tassi.
La presidente della Bce Lagarde: “Il crus è un grande shock economico’, whatever it takes n.2? Non è il mio scopo. Italia in difcoltà? Noi ci saremo”.

GIORNATA DA DIMENTICARE. Peggiore giornata della l recente per le Borse europee, travolte dalle vendite sugli sviluppi dell’emergenza Crus: a Piazza Affari l’indice Ftse Mib chiude in calo del 16,9% a 14.894 punti. Si tratta ampiamente del maggiore ribasso in una sola seduta dalla nascita dell’indice nel 1998 e supera il precedente record negativo successivo al referendum sulla Brexit del 24 giugno 2016, quando la perdita nale della giornata fu del 12,4%. Londra ha concluso con uno scivolone del 10,9%, Parigi e Francoforte con il medesimo ribasso del 12,2%.

Seduta storica al negativo per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib, la peggiore in assoluto tra le Borse europee pur pesantissime, ha chiuso in calo del 16,9% a 14.894 punti, il peggior ribasso dalla nascita dell’indice nel 1998, mentre l’Ftse All share ha ceduto il 16,4% nale a quota 16.286.

La giornata è progressivamente peggiorata no all’apnea nale, con la gravità aggravata dal fatto che il – a differenza di altre sedute tiche – segue cali già violentissimi, con una caduta dal 4 marzo del 32% totale, che dall’inizio della da Crus diventa del 41%. Tra i titoli principali di Milano, con continui congelamenti in asta di volatilità, Atlantia, Leonardo e Poste hanno perso il 22%, Enel il 19%, Eni, Mediobanca e Tim il 18%, Fca e Intesa il 17%. Tutte le banche hanno sofferto la forte tensione sui titoli di Stato italiani e, nel paniere a elevata capitalizzazione, solo Diasorin ha segnato un ribasso inferiore alle due cifre, con un calo comunque di oltre l’8%.

Lo spread tra il Btp e il Bund ha chiuso la seduta in rialzo a 251 punti base dai 191 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale è in rialzo all’1,75%. Nel corso della seduta il differenziale è salito no a 266 punti base, segnando i massimi da giugno 2019.

La Commissione europea ha approvato lo schema da 12 milioni di euro che la Danimarca ha messo in campo per compensare i danni della cancelne di eventi con oltre 1.000 partecipanti a causa del Covid-19. La Danimarca lo aveva noticato l’11 marzo. “E’ la prima e unica misura di aiuto di Stato, per ora, noticata in rene all’epidemia. La Commissione è pronta a lavorare con tutti gli Stati per assicurare che misure di sostegno possono essere messe in atto in modo tempestivo”, scrive Bruxelles.

Fed tira fuori bazooka, inietta 1.500 miliardi dollari – La Fed tira fuori il ‘bazooka’ e inietta 1.500 miliardi di dollari sul mercato nel tentativo di evie una contrazione e di facilie il funzionamento del mercato dei Treasury. In una mossa a sorpresa, la banca centrale annuncia un ampliamento della liquidità sul mercato repo e rivede la composizione degli di Treasury, pari a 60 miliardi di dollari al mese. La Fed offrirà no a 500 miliardi di dollari in un’operazione repo a tre mesi immediata. Un’altra di analoga portata sarà condotta venerdì.

Il petrolio crolla a New York, dove le quotazioni chiudono in calo del 4,50% a 31,50 dollari al le. Il greggio è in corsa per la sua peggiore settimana dal 2008.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply