ULTIM'ORA

Croazia-Danimarca, Francia-Argentina: ottavi di fuoco!

Group D Iceland vs Croatia

- e Croazia-Danimarca: sono gli incroci degli di finale usciti dalle partite di ieri, al Mondiale 2018.

I Bleus da primi di gruppo C affronteranno la nazionale di a Kazan domenica, alle 16.
La Croazia, che ha chiuso in testa il , affronterà invece il giorno dopo a Nizhny Novgd i danesi alle 20 contro.

Nel giocato il terzo turno:
eria- 1-2 ( al 14′, Moses al 51′ su rigore, Rojo 86′) LA CRONACA e
Islanda-Croazia 0-1 (Badelj al 53′, Sigurdsson 76′, Perisic 90′)

Basta la Croazia-B per battere una orgogliosa Islanda e guadagnarsi il pass per gli di finale con la fascia della prima della classe. A Rostov finisce 2-1 per i biancssi di Dalic, un punteggio che condanna l’Islanda e, allo stesso tempo, regala anche la certezza del passaggio del turno all’. Nell’ultimo match del la squadra di Hallgrimsson cede solo al 90′ al cospetto della nazionale forse più forte insieme al Belgio vista fin qui al Mondiale. Nonostante l’amplissimo turnover della Croazia (con sei diffidati spazio alla seconde linee, con i soli Modric e Perisic in campo dal 1′), sono proprio i balcanici a fare la partita e a impensierire Halldórsson, anche se i vichinghi pungono appena possono in contropiede (Finnboon, Bjarnason e Gunnarsson sul finire di tempo). Il fiorentino Badelj è in serata di grazia, corre e smista assist: prima (8′) colpisce la traversa con un potente dalla distanza, poi un minuto dopo va a segno con una conclusione su cross di Perisic. Lo svantaggio fa riversare l’Islanda nella metà campo croata (anche perchè arrivano le notizie da ) a caccia del pari. Ci vanno vicino un paio di volte (Inon prima e Bjarnason intorno alla mezzora dopo) poi, dai e dai il pareggio arriva anche se ci vuole l’intervento della Var che sanziona un braccio largo del neoentrato Lovren che intercetta il cross di Sigurdsson. E’ lo stesso Sigurdsson a trasformare il penalty che regala speranze e palpitazioni a go-go. Il grande sforzo profuso spegne però le residue speranze islandesi che alla fine (90′) si arrendono all’ennesimo soprassalto croato (che nel frattempo ha buttato in campo anche Rakitic) e a Perisic che finalizza al meglio l’assist del solito Badelj, con un preciso diagonale che trafigge Halldorsson. E’ il giusto premio per una nazionale partita col piede giusto e che adesso trova agli la non trascendentale Danimarca per un quarto di finale davvero alla portata.