ULTIM'ORA

Crisi Dybala: Paulo, la fiducia non si compra!

Dybala.Juventus.2017.18.fermato.750x450

di Antonella Lamole - parla di poca brillantezza, per spiegare il momento no di Paulo Dybala.
C’è di più. È un problema di ducia, venuta a mancare proprio in quel giocatore che da quando aveva indossato la 10 bianconera sembrava aver fatto il denitivo salto di qualità.

Devastante no alla seconda sosta, al terzo minuto di del primo tempo contro il Benevento, si è arreso: dopo due punizioni sbagliate in pochi minuti, ha mollato la terza a Douglas Costa.
Anche a inizio ripresa, un’altra punizione dal ite è stata calciata da Higuain.

In altre circostanze e in assenza di Pjanic, ci saree stato un solo uomo sul pallone anche dopo due errori.
Col Benevento è emersa le triste , passo indietro quando saree servito un passo avanti, molto di più di una prestazione anonima e di un’occasione clamsamente fallita sotto porta.

DUCIA. , a parole, lo protegge come e più di quanto aia fatto almeno in questa stagione con ogni altro giocatore. Anche alla vigilia si era detto sicuro che saree tornato al gol, dopo un positivo confronto in settimana.
E per il momento lo ha sempre fatto partire titolare se non in occasione dopo la sosta.
Però, con il progressivo del miglior Higuain è andato via via sparendo proprio Dybala.
Una coincidenza p forse no, su cui lavorare in una Juve che in rarissime occasioni ha potuto godere dei suoi gioielli più preziosi (e costosi) contemporaneamente.
Sareero serviti anche a Paulo un paio di turni di riposo, seppur per differenti da quelle che hanno spinto alla doppia panchina punitiva pere risvegliare l’orgoglio di Pipita oggi tirato a lucido.

Forse potrà base un gol brutto, sporco, magari inutile per il risultato, per risvegliare in Dybala la ducia che a inizio stagione gli consentiva di riuscire in qualunque giocata.
La sensazione è che proprio di crisi di ducia si dea parlare: la mancanza di brillantezza saree ta alla condizione atletica, ma la Joya nell’ultimo mese sembra imballato nella testa, ancor prima che di gambe.

Non diverte più, non si diverte più.